Accatastamento fabbricati fantasma, il termine scade il 2 aprile 2013

Manca poco meno di un mese al termine entro il quale effettuare l’accatastamento dei fabbricati fantasma. A ricordarlo è una circolare del Consiglio Nazionale dei Geometri e Geometri Laureati, che fa presente come lo scorso 30 novembre siano stati pubblicati all’Albo Pretorio dei Comuni italiani gli elenchi dei fabbricati fantasma non ancora dichiarati a catasto.

 

Da tale termine hanno iniziato a decorrere i 120 giorni previsti per legge per gli adempimenti necessari, che scadono appunto il prossimo 2 aprile 2013.

 

Per le unità immobiliari alle quali è stata attribuita la rendita presunta, i soggetti obbligati devono provvedere alla presentazione degli atti di aggiornamento catastale, con le modalità previste dall’art. 1 del decreto del Ministro delle finanze 19 aprile 1994, n. 701.

 

Chi effettuerà l’accatastamento dei fabbricati fantasma in una data successiva incorrerà nelle sanzioni previste dalla legge. Tali sanzioni vanno da un minimo di 2.000 euro a multe che, nei casi più gravi, possono raggiungere la cifra di 8.000 euro.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico