Agenzia del Territorio: il sito web migrato su quello delle Entrate

E venne il giorno. Ormai era solo questione di tempo, ma da questa settimana la migrazione dei contenuti del vecchio sito web dell’Agenzia del Territorio è stata completata. Come conseguenza, ora, i tecnici visiteranno esclusivamente il nuovo sito dell’Agenzia delle Entrate.

 

Il nuovo portale unico garantirà non solo risparmi di spesa, come indicato dalla Spending Review, ma anche maggiore speditezza nella ricerca delle informazioni.

 

L’unificazione dei siti web, infatti, è stata attuata avendo cura, da un lato, di non modificare l’abituale modalità di navigazione del sito dell’Agenzia delle Entrate e, dall’altro, di rendere i contenuti prima presenti su www.agenziaterritorio.it agevolmente individuabili.

 

Per questa ragione, servizi, software e modelli legati alle attività e alle competenze dell’ex Agenzia delle Territorio sono stati raggruppati ed etichettati come “catastali e ipotecari”, in modo da renderne più facile, immediata e visibile la ricerca.

 

1. le informazioni sui Servizi (privati, professionisti, istituzioni) sono state collocate, all’interno del menu “Cosa devi fare”, in 2 specifiche sezioni, create ad hoc: “Consultare dati catastali e ipotecari” e “Aggiornare dati catastali e ipotecari”

 

2. i software e i modelli sono stati inseriti nel menù “Strumenti” nelle sezioni “Software catastali e ipotecari” e “Modelli catastali e ipotecari”

 

3. le applicazioni online, senza registrazione o tramite Sister, sono raggiungibili navigando il menù Servizi online.

 

Sister e Omi, arricchiscono la Homepage
I cambiamenti immediatamente percepibili al primo click sono quelli che filtrano dalla homepage. Innanzitutto, c’è l’accesso a Sister, la piattaforma telematica che permette la consultazione e l’aggiornamento delle banche dati catastale e ipotecaria, reso possibile sia cliccando sul logo inserito nel box “Servizi online”, sia (anche questa una novità) attraverso il menù a tendina dell’Area riservata. Inoltre, nella colonna destra del sito è presente, e ben visibile, la porta d’accesso all’Omi, l’Osservatorio del mercato mobiliare, e, quindi, alle sue pubblicazioni e alle sue banche dati: quotazioni immobiliari, valori agricoli medi e volumi di compravendita.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico