ANIT si appella a Clini: “maggiore attenzione agli edifici”

L’Associazione Nazionale per l’Isolamento Termico ed acustico chiede al Ministro Clini una maggiore attenzione al comparto delle costruzioni. L’occasione è stata quella degli Stati Generali delle Rinnovabili e dell’Efficienza Energetica in Italia, l’evento inaugurale della fiera Solarexpo e Greenbuilding, mostra convegno internazionale dedicata all’efficienza energetica, all’edilizia sostenibile ed alle energie rinnova.

 

A farsi portavoce della richiesta è stata l’ing. Valeria Erba, presidente ANIT, che ha ribadito davanti al Ministro come “l’energia più Green è quella risparmiata, costruire edifici ad energia quasi zero significa ridurre i fabbisogni in maniera sostanziale, quindi la produzione di energia pulita deve essere a supporto di un edificio già di per sé poco dispersivo” .

 

L’ing Erba ha poi ribadito la necessità di supportare le aziende del settore dell’isolamento per garantire qualità e innovazione a tutto il settore efficienza energetica. Gli incentivi prodotti fino ad oggi per le fonti rinnovabili hanno dato a questo comparto la possibilità di crescere, l’involucro degli edifici solo dal 2007 ha potuto usufruire del sostegno delle detrazioni fiscali ma in maniera parziale e molto legata a determinati interventi.

 

Una modifica del provvedimento del 55% è stata proposta già l’anno scorso con un documento predisposto dai tavoli ENEA UTEE e ISSI EPBD2, ma purtroppo questo documento ad oggi non è stato considerato. Si chiede quindi che Ministero dell’ambiente e Ministero dello sviluppo economico lavorino più in sinergia e valutino gli eventuali finanziamenti in maniera coordinata tenendo conto delle modalità di approvvigionamento dell’energia ma soprattutto della costruzione di edifici zero Energy.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico