Aree Agricole ed Edificabili. Chiarimenti sui Versamenti per la Rideterminazione del Valore

Diffusa il 24 ottobre 2011, la recente lettera circolare n. 47/E dell’Agenzia delle entrate ha chiarito alcuni aspetti relativi ai versamenti da effettuarsi per la rideterminazione del costo o valore di acquisto delle aree agricole ed edificabili, il cui termine scadrà il prossimo 30 giugno 2012.

 

Il costo di acquisto rideterminato è utilizzabile ai fini del calcolo dei redditi diversi di cui all’articolo 67, comma 1, lettere a), b), c) e c-bis), del testo unico delle imposte sui redditi (d.P.R. 917/1986).

 

Per poter utilizzare il valore “rideterminato”, in luogo del costo storico, il contribuente era tenuto al versamento di un’imposta sostitutiva del 2 o del 4 per cento del valore risultante da un’apposita perizia giurata di stima.

 

Con la nuova circolare, l’Agenzia delle entrate chiarisce che la compensazione dei versamenti già effettuati per le precedenti rivalutazioni ha valore anche nel caso in cui il pagamento sia stato effettuato tramite rateizzazione della nuova imposta sostitutiva.

 

Infine, continua sempre la circolare, la compensazione viene riconosciuta anche a coloro che, pur non volendo procedere a una nuova rivalutazione per il 2011, abbiano aderito a quella del 2010.

 

Circolare Agenzia delle entrate n. 47/E del 24 ottobre 2011, Rideterminazione del valore dei terreni e delle partecipazioni detenute alla data del 1° luglio 2011. Articolo 7, comma 2, lettere da dd) a gg), del decreto legge 13 maggio 2011, n. 70 convertito, con modificazioni, dalla legge 12 luglio 2011, n. 106

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico