Caos Catasto, Confedertecnica lancia l’allarme: così si complicano le cose

CONFEDERTECNICA: RIFORMA DEL CATASTO, PRONTI A DARE IL NOSTRO CONTRIBUTO

Che ne sarà della riforma del catasto? Oggi non lo sappiamo, dopo che il Governo ha tolto dall’ordine del giorno dell’ultimo Consiglio dei Ministri, poco prima della scadenza della legge delega per la riforma del fisco, la discussione per l’approvazione del secondo (e più importante) decreto attuativo della riforma: quello che avrebbe definito i nuovi algoritmi per la determinazione delle nuove rendite catastali.

E chiarezza la chiedono anche i vertici di Confedertecnica: “è necessario un chiarimento sulla riforma del catasto” – ha dichiarato Calogero Lo Castro, presidente nazionale di Confedertecnica.

“In queste ultime settimane il Governo ha più volte annunciato di voler avviare la revisione di tutte le rendite catastali, dopo che avrà messo mano alle regole dell’imposta sulla casa, con la doppia tassazione Tasi e Imu sulla quale è intervenuto recentemente il Premier, Matteo Renzi“.

Il rischio che Confedertecnica vede è quello di peggiorare e complicare ulteriormente il quadro del patrimonio immobiliare italiano, su cui gravano troppe incognite. Non è infatti ancora noto cosa succederà al sistema informativo sullo stato degli immobili italiani, mentre balenano ipotesi di parziale detassazione che spostano sulla “local tax” l’onere impositivo.

Confedertenica, insieme con Federarchitetti, Federperiti, Federgeometri, mentre segue con attenzione l’agenda della riforma catastale, si mette a disposizione del Governo e dei Ministeri interessati a confrontarsi con la competenza e l’esperienza della sigla che rappresenta i liberi professionisti tecnici, nel delicato passaggio che l’Esecutivo e il legislatore si propongono di affrontare”, conclude il Presidente Lo Castro.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Un commento su “Caos Catasto, Confedertecnica lancia l’allarme: così si complicano le cose

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico