Capoluoghi Emilia Romagna: analisi del mercato immobiliare 2015

Capoluoghi Emilia Romagna: analisi del mercato immobiliare 2015

Giunta alla sue edizione n. 46, l’Osservatorio immobiliare realizzato dall’Ufficio Studi Tecnocasa getta luce sull’andamento del mercato immobiliare 2015 nei capoluoghi della Regione Emilia Romagna: Bologna, Forlì, Rimini, Modena, Reggio Emilia, Parma e Piacenza.

Per ognuna di queste città sono state eseguite delle indagini dettagliate basate sulle rilevazioni sul territorio delle 1.700 agenzie per un totale di 84mila dati.

BOLOGNA

Secondo le analisi dell’Ufficio Studi del Gruppo Tecnocasa il mercato immobiliare ha evidenziato un calo dei prezzi pari al 2,1% rispetto al secondo semestre 2014. Le zone centrali della città hanno segnato un rialzo dei valori (+5,9%), mentre sono in leggero calo quelle della macroarea Saffi (-1,3%). Rimangono invariate le quotazioni nella macroarea Murri-San Mamolo.

Prosegui a leggere l’analisi del mercato immobiliare Bologna 2015 (I semestre)

FORLÌ

Nel primo semestre 2015 le quotazioni immobiliari di Forlì hanno evidenziato stabilità rispetto al semestre precedente. Rimane un certo attendismo da parte degli acquirenti, alcuni dei quali cercano di spuntare prezzi ancora più bassi mentre altri hanno rinunciano ad accedere al credito, nonostante le banche siano più propense ad erogare finanziamenti.

Prosegui a leggere l’analisi del mercato immobiliare Forlì 2015 (I semestre)

MODENA

Rimangono stabili le quotazioni immobiliari di Modena nei primi sei mesi del 2015. Nel Centro Storico si registrano prezzi in lieve ribasso, ma il mercato ha dato segnali positivi sul fronte della domanda grazie alla ripresa nell’erogazioni di mutui e a una maggiore fiducia da parte dei potenziali acquirenti. Seppur ancora in numero limitato, si stanno riaffacciando gli investitori che dismettono le proprie rendite finanziarie per mettere a reddito soluzioni che possano garantire il 3-4% lordo.

Prosegui a leggere l’analisi del mercato immobiliare Modena 2015 (I semestre)

PARMA

Nel primo semestre del 2015 Parma ha evidenziato un calo dei prezzi pari a -6,5%.

Nelle zone centrali e nell’area dell’Ospedale si registra ancora un ribasso dei prezzi, causato principalmente da un netto calo degli investitori che fino all’anno scorso erano molto presenti. Gli unici investitori rimasti sono coloro che acquistano per i figli studenti, ma la maggior parte delle transazioni riguarda la prima casa e si divide tra bilocali e trilocali.

Prosegui a leggere l’analisi del mercato immobiliare Parma 2015 (I semestre)

PIACENZA

La prima parte del 2015 ha visto stabilità dei prezzi a Piacenza. Si ravvisano segnali positivi sul fronte della domanda, infatti i prezzi in discesa nei semestri scorsi e una maggiore propensione delle banche ad erogare stanno determinando un maggior numero di richieste e di compravendite. Sembra che gli investitori si stiano riaffacciando, ma la loro presenza è comunque esigua e si focalizza su bilocali da mettere a reddito e concedere in locazione.

Prosegui a leggere l’analisi del mercato immobiliare Piacenza 2015 (I semestre)

REGGIO EMILIA

La prima parte del 2015 ha visto sostanziale stabilità delle quotazioni immobiliari di Reggio Emilia (+0,5% rispetto al semestre precedente).

Mercato relativamente. La prima parte del 2015 ha visto una maggiore facilità di incontro tra domanda e offerta, anche se alcune zone si sono comportate diversamente. Prevale la domanda di prime case, che proviene anche da chi abitava in provincia e vuole avvicinarsi alla città. Sono attive giovani e famiglie con figli, che approfittano dei prezzi in discesa per acquistare tagli grandi e comodi; attualmente il budget si attesta a circa 200 mila € per le tipologie nuove e a 135-140 mila € per quelle usate.

Prosegui a leggere l’analisi del mercato immobiliare Reggio Emilia 2015 (I semestre)

RIMINI

A cercare la prima casa ci sono soprattutto giovani coppie, che optano generalmente per trilocali di 60-80 mq di recente costruzione su cui impiegare 130-140 mila € per un bilocale con box e 170-190 mila per un trilocale, spesso con l’ausilio del mutuo. Negli ultimi mesi si stanno effettuando anche diverse  transazioni con appartamenti da riattare  che approfittino delle agevolazioni fiscali sulle ristrutturazioni evitando in tal modo il rischio di impresa.

Prosegui a leggere l’analisi del mercato immobiliare Rimini 2015 (I semestre)

Dal preliminare alla compravendita immobiliare

Dal preliminare alla compravendita immobiliare


Luigi Salomone, Vincenzo Raiola, Bruno Cirillo , 2012, Maggioli Editore

L'opera, con FORMULE, CLAUSOLE ed ESEMPI, vuole essere uno strumento di ausilio per tutti i professionisti che si imbattono nella redazione di un contratto preliminare di compravendita immobiliare.
Il volume, con taglio pratico, ripercorre tutte le diverse fasi della vendita di un...


49,00 € 44,10 € Acquista

su www.maggiolieditore.it


Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico