Come ridurre la rendita catastale di un immobile: 3 esempi pratici

Come ridurre la rendita catastale

Qual è il metodo più efficace per ridurre la rendita catastale di un immobile in maniera tale da abbassare in maniera rilevante le tasse da pagare?

Prima di dare la risposta è necessario premettere che la rendita catastale si configura alla stregua di un parametro utilizzato in diversi algoritmi per il calcolo delle imposte sugli immobili (comprese TASI e IMU). Ci sono diversi iter utili a ridurne il valore, rendendolo ad esempio, più aderente a quelli che sono i prezzi del mercato immobiliare.

Esistono 3 fattispecie esemplificative che mostrano le modalità per effettuare tale riduzione in maniera immediatamente efficace: ecco le qui elencate.

Ridurre la rendita catastale degli ex negozi

Unità immobiliari precedentemente adibite a negozi e successivamente chiusi o adibiti a magazzini, depositi o laboratori, hanno spesso una rendita catastale troppo alta: in tali casi è possibile una variazione catastale e una riduzione della classe di merito, che avrà come effetto anche una riduzione della rendita.

Leggi anche Cosa succederà al mercato immobiliare? Prezzi, compravendite, mutui.

Ridurre la rendita catastale di una casa vecchia

Al fine di ridurre la rendita catastale di una casa molto vecchia (ovverosia in stato di degrado o senza servizi igienici) si può presentare agli enti preposti una denuncia di variazione di rendita tramite un professionista o un tecnico specializzato.

Nel caso in cui il fabbricato sia di vecchia costruzione, solo in parte degradato, è possibile invece frazionarlo e distaccarlo in due porzioni logorate, classificate diversamente e in un’altra categoria, in modo da abbassare la rendita catastale complessiva e di conseguenza le imposte da pagare sull’immobile stesso.

Leggi anche l’articolo Salta la riforma del catasto fabbricati: chi sono i veri sconfitti?

Ridurre la rendita catastale in ambito residenziale

Esistono immobili residenziali la cui rendita catastale è eccessivamente alta a causa di errori di censimento. Per correggere tale situazione è necessario presentare una specifica istanza di rettifica, che viene definita in autotutela, all’ufficio provinciale dell’agenzia del Territorio della propria zona residenziale o alla propria regione. Una volta corretto l’errore, la rendita catastale risulterà ridotta e proporzionata all’immobile in questione.

Gli interventi edilizi per le opere precarie da esterni - Ebook in pdf

Gli interventi edilizi per le opere precarie da esterni - Ebook in pdf


M. Petrulli, A. Mafrica , 2016, Maggioli Editore

Utilizzare al meglio gli spazi esterni è una legittima aspirazione di ogni proprietario e, normalmente, ciò
avviene tramite l’installazione di strutture leggere idonee allo scopo: pergolati, tettoie, gazebi ed altri elementi
di arredo.
Ma quanti si...


12,90 € 9,90 € Acquista

su www.maggiolieditore.it


Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico