Condominio: un agile prontuario per orientarsi nella disciplina

Condominio

Il corpus disciplinare del condominio si è finalmente adeguato all’evoluzione della realtà edilizia e sociale del paese grazie al processo di riforma cominciato nel 2012 e portato a termine nel 2013. A circa 70 anni dalla redazione della sua disciplina originaria il legislatore ha finalmente tentato di mettere un ordine all’intreccio di sentenze ed opinioni dottrinali radunatesi nei decenni in materia di condominio.

Importanti cambiamenti hanno inciso sulla materia modificando in maniera rilevante i lineamenti della disciplina del condominio all’interno dell’ordinamento.

Per mettere ordine all’interno della complessa materia ed orientarsi nell’ambito delle modifiche intercorse Maggioli Editore ha elaborato un vero e proprio prontuario della nuova disciplina in ambito condominiale: una realistica visione panoramica sulla vasta problematica del nuovo condominio, con l’obiettivo principale di delineare con chiarezza l’attuale quadro complessivo, come scaturito dopo la riforma, dando forma coerente allo stato della relativa evoluzione giurisprudenziale. Il titolo del volume è Prontuario operativo del nuovo condominio: a firmarlo è l’avvocato Giuseppe Maraldo.

L’opera è strutturata attraverso un comodo ordine alfabetico, con 85 voci e oltre 110 sottovoci, divenendo uno strumento agile e snello capace di condurre ad una immediata lettura dei vari argomenti, coordinati tra loro in forma sistematica in maniera tale da costituire un complesso organico per una efficace visione del tema cercato.

Il prontuario si rivolge, oltre che agli amministratori di condominio e ai giuristi, a tutti i vari operatori dello specifico settore ed anche ai condòmini più avveduti che desiderino avere una prima generale informazione.

All’interno del prontuario sono inserite tutte le voci fondamentali in materia: da “Assemblea” a “Liti giudiziali” passando per “Riscaldamento e condizionamento”, “Delibere” e “Innovazioni”. Per ogni voce la pronta indicazione di una possibile soluzione del problema, con il ricco contributo delle notazioni giurisprudenziali aggiornate sino all’inizio di giugno 2015, che offrono la possibilità di un approfondimento per eventuali studi od azioni giudiziarie successive. Sui punti più controversi, ed in particolare sulle novità legislative, accanto alla tesi prescelta si è dato atto, con misura, dei possibili aspetti critici.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico