Crisi edilizia, l’Ance convoca gli Stati generali

L’Ance, associazione nazionale dei costruttori edili, ha deciso di convocare gli Stati generali delle costruzioni per ”valutare congiuntamente con tutte le organizzazioni imprenditoriali e sindacali del settore le azioni necessarie da intraprendere per evitare la perdita di migliaia di posti di lavoro e lo stallo di un settore chiave per la ripresa economica del Paese”. Lo ha annunciato la stessa associazione dei costruttori edili in una nota pubblica. 

“È un momento grave per il settore, che impone il varo di interventi urgenti ed efficaci”, così ha dichiarato il presidente dell’Ance Paolo Buzzetti, giustificando la decisione straordinaria della sua associazione. “Abbiamo deciso di chiamare a raccolta, con gli Stati generali, tutto il mondo delle costruzioni – prosegue Buzzetti – in un momento particolarmente grave per il nostro settore (5.000 posti di lavoro in meno solo a gennaio), che impone la scelta di interventi urgenti ed efficaci a sostegno di migliaia di imprese e milioni di lavoratori”.
Agli Stati generali, convocati a Roma nel mese di aprile, saranno invitati il presidente del consiglio e tutti quei rappresentanti del governo e del parlamento che sono attualmente impegnati nell’opera di sostegno e di rilancio del settore. 
Nei prossimi giorni è attesa la risposta delle istituzioni e degli altri soggetti interpellati.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico