Detrazioni: il governo torna sui suoi passi

La Commissione bilancio e la Commissione finanze della Camera hanno approvato il tanto discusso articolo 29 del d.l. 185/2008, relativo alla detrazione del 55% delle spese per la riqualificazione energetica degli edifici.

Dopo le aspre critiche dell’opinione pubblica, il governo fa dietrofront, eliminando la tanto contestata retroattività delle nuove norme e cancellando i tetti di spesa. Le uniche novità previste dal decreto, a partire dal 1° gennaio 2009, sono l’allungamento a 5 anni del periodo di detrazione e l’obbligo di comunicazione all’Agenzia delle entrate. Dopo l’approvazione definitiva del decreto, il direttore dell’Agenzia dovrà emanare un provvedimento in cui si specificano termini e modalità della comunicazione.
Le correzioni apportate in commissione rispondono alla presa di posizione delle associazioni di categoria e seguono le dichiarazioni del ministro dell’ambiente Stefania Prestigiacomo. In una trasmissione televisiva dell’8 gennaio, la Prestigiacomo aveva difeso la politica degli eco-incentivi, definendola “una misura giusta che va assolutamente ripristinata” e auspicando una revisione del decreto “entro una settimana”.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico