Dichiarazione sostitutiva di certificazione, come e quando usarle

È possibile autocertificare i dati che attestino l’iscrizione ad albi e in elenchi tenuti dalle pubbliche amministrazioni? E per quanto riguarda l’assolvimento di specifici obblighi contributivi con l’indicazione dell’ammontare corrisposto? E ancora, si può autocertificare l’appartenenza ad albi e collegi professionali?

 

Sul sito della Funzione Pubblica è stato pubblicato un utile promemoria per i Geometri (ma non solo) con l’elenco completo dei dati che possono essere autocertificati, utilizzando la dichiarazione sostitutiva di certificazione, di cui all’art. 46 del d.P.R. 445/2000, il c.d. testo unico della documentazione amministrativa.

 

Elenco completo dei dati per cui è ammessa la dichiarazione sostitutiva di certificazione
a) data e il luogo di nascita;
b) residenza;
c) cittadinanza;
d) godimento dei diritti civili e politici;
e) stato di celibe, coniugato, vedovo o stato libero;
f) stato di famiglia;
g) esistenza in vita;
h) nascita del figlio, decesso del coniuge, dell’ascendente odiscendente;
i) iscrizione in albi, in elenchi tenuti da pubbliche amministrazioni;
l) appartenenza a ordini professionali;
m) titolo di studio, esami sostenuti;
n) qualifica professionale posseduta, titolo di specializzazione, di abilitazione, di formazione, di aggiornamento e di qualificazione tecnica;
o) situazione reddituale o economica anche ai fini della concessione dei benefìci di qualsiasi tipo previsti da leggi speciali;
p) assolvimento di specifici obblighi contributivi con l’indicazione dell’ammontare corrisposto;
q) possesso e numero del codice fiscale, della partita I.V.A. e di qualsiasi dato presente nell’archivio dell’anagrafe tributaria;
r) stato di disoccupazione;
s) qualità di pensionato e categoria di pensione;
t) qualità di studente;
u) qualità di legale rappresentante di persone fisiche o giuridiche, di tutore, di curatore e simili;
v) iscrizione presso associazioni o formazioni sociali di qualsiasitipo;
z) tutte le situazioni relative all’adempimento degli obblighi militari, ivi comprese quelle attestate nel foglio matricolare dello stato diservizio;
aa) di non aver riportato condanne penali e di non essere destinatario di provvedimenti che riguardano l’applicazione di misure di sicurezza e di misure di prevenzione, di decisioni civili e di provvedimenti amministrativi iscritti nel casellario giudiziale ai sensi della vigente normativa;
bb) di non essere a conoscenza di essere sottoposto a procedimenti penali;
bb-bis) di non essere l’ente destinatario di provvedimenti giudiziari che applicano le sanzioni amministrative di cui al decreto legislativo 8 giugno 2001, n. 231;
cc) qualità di vivenza a carico;
dd) tutti i dati a diretta conoscenza dell’interessato contenuti nei registri dello stato civile;
ee) di non trovarsi in stato di liquidazione o di fallimento e di non aver presentato domanda di concordato.

 

Scarica il modulo di dichiarazione sostitutiva di certificazione

 

Elenco completo dei dati per cui è ammessa la dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà
Tutte le altre situazioni a conoscenza del diretto interessato non indicate nell’elenco sopra riportato sono autocertificabili con dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà.

 

Scarica il modulo di dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà

 

Come si presentano
Le autocertificazione sono validamente presentate alla pubblica amministrazione quando:
– Sono firmate  davanti al dipendente addetto
– Sono firmate e presentate o inviate per fax o per posta con la fotocopia del documento d’identità della persona che l’ha firmata
– Sono firmate, scannerizzate e inviate per posta elettronica con la copia del documento di identità della persona che l’ha firmata;
– Sono sottoscritte con firma digitale e inviate via Pec  o posta elettronica ordinaria
– Inviate con la PEC quando la persona che l’ha firmata è stata identificata al momento del rilascio della PEC
– Inviate per via telematica quando la persona che l’ha firmata è identificata con la carta di identità elettronica e la carta dei servizi

 

Esclusioni
Non sono sostituibili con autocertificazione le certificazioni sanitarie, di marchi e di brevetti.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico