Distacco impianto di riscaldamento, niente più spese (o quasi)

Distacco impianto di riscaldamento, niente più spese (o quasi)

È un tema dibattuto e di sempre stretta attualità. Stiamo parlando della facoltà da parte dei condomini di staccarsi dall’impianto di riscaldamento e/o raffrescamento condominiale, evitando così di pagare le spese per il condizionamento.

Per esaminare la questione occorre partire dalla norma di base che è l’articolo 1117 del codice civile. In linea generale, ricordiamolo, un singolo condomino non può decidere di rinunciare al suo diritto sulle parti comuni, se le spese sono funzionali e necessarie per il mantenimento e il godimento delle stesse o per l’erogazione di servizi di interesse generale di tutto il condominio o, ancora, per le innovazioni deliberate durante l’assemblea.

In ogni caso, il condomino ha la facoltà di scegliere il distacco dall’impianto di riscaldamento comune a determinate condizioni. Anzitutto occorre verificare che il distacco non comporti degli squilibri  tali da compromettere la funzionalità sull’impianto. Non si tratta di una valutazione che può essere fatta dai singoli condomini e neppure dall’amministratore del condominio, ma deve essere interpellato un tecnico specializzato che analizzi la struttura e l’impianto in questione.

Inoltre il condomino che ottiene il distacco dall’impianto di riscaldamento non può, in ogni caso, sottrarsi all’obbligo di concorrere alle spese relative alla manutenzione straordinaria dell’impianto e a quelle necessarie per una eventuale messa a norma.

Queste e altre questioni vengono affrontate con rigore e capacità di sintesi nel nuovo Prontuario operativo del nuovo condominio di Giuseppe Maraldo, uscito a luglio 2015 per la casa editrice Maggioli. Si tratta di una guida operativa di facile consultazione articolata in 85 voci e oltre 110 sottovoci che analizzano tutti gli aspetti del condominio e della sua gestione.

Da segnalare anche, all’interno del prontuario, la presenza della Tabella delle Maggioranze, aggiornata alle ultime modifiche normative in tema di condominio, corredata da note esplicative esaustive.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico