DURC, chiarimenti sulla validità temporale nei cantieri

Il Ministero del lavoro e delle politiche sociali ha emanato la circolare n. 35 dell’8 ottobre 2010 contenente dei chiarimenti sul Documento Unico di Regolarità Contributiva, il c.d. DURC, a seguito della emanazione della determinazione dell’Autorità di vigilanza sui contratti pubblici.La determinazione dell’Autorità, infatti, ha preso atto di alcuni recenti orientamenti di giurisprudenza (T.A.R. Puglia, Lecce sez. III – Sentenza 16 ottobre 2009, n. 2304).Tali interpretazioni hanno dunque reso necessario un ulteriore sforzo chiarificatore da parte dei tecnici del Ministero. Ricordiamo inoltre che sul sito della Direzione provinciale del lavoro della Provincia di Modena è attiva una pagina interamente dedicata al DURC (leggi articolo: Regolarità contributiva, tutto in una pagina).

I profili affrontati dalla circolare riguardano in particolare la validità temporale del DURC nell’ambito degli appalti pubblici la quale, sia sulla base della più recente giurisprudenza che della stessa determinazione della AVCP, è indicata come pari a 3 mesi.

In relazione al periodo di validità del DURC, inoltre, la circolare n. 35/2010 specifica che la validità trimestrale va estesa anche ai documenti rilasciati ai fini dell’attestazione SOA e dell’iscrizione all’albo fornitori; diversamente, per specifico dettato normativo, il DURC rilasciato per la fruizione di benefici normativi e contributivi ha validità mensile ai sensi dell’art. 7, comma 1, del D.M. 24 ottobre 2007.

Ministero del lavoro e delle politiche sociali, circolare 35/2010, DURC – Determinazione AVCP n. 1/2010

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico