Emirati Arabi alla conquista del Belpaese: cresce la richiesta di immobili italiani

Emirati Arabi alla conquista dell’Italia

Un mercato ancora poco esplorato, che nei mesi futuri potrebbe riservare enormi sorprese. Si tratta degli Emirati Arabi Uniti e delle richieste di immobili italiani che giungono dalla parte più florida del Medio Oriente. Le premesse sono più che incoraggianti, con una crescita nei primi nove mesi dell’anno pari all’80% rispetto al 2014.

Sono i dati rilevati da Gateaway.com, il portale dedicato agli stranieri che desiderano comprare casa in Italia. L’analisi delle informazioni sulle richieste in arrivo dagli Emirati Arabi sono infatti in grado di fornire un quadro della situazione utile agli operatori del settore immobiliare e ai privati che vogliono vendere il proprio immobile.

“Il valore medio delle proprietà prese in considerazione è di 620mila euro – spiega Simone Rossi, direttore generale di Gateaway.com -, ma quel che è sorprendente è la crescita repentina delle istanze che arrivano al portale. Inoltre, più del 28% delle richieste supera i 500mila euro di budget, una percentuale doppia rispetto a quella riferita alle richieste complessive in arrivo dagli altri Paesi. Il dato supporta la tenuta del segmento del lusso e conferma anche l’immaginario collettivo che vede sceicchi milionari a caccia di location sfarzose ed eleganti. Ovviamente sono presenti anche persone abbienti ma con budget inferiori, che richiedono immobili di alta fascia, anche al di sotto dei 500mila euro”.

Diverse le Regioni italiane che hanno attirato l’attenzione degli investitori emiratini: “Nella classifica che abbiamo stilato – afferma Walter di Martino, responsabile marketing di Gateaway.com – si aggiudica il primo posto la Lombardia, che sicuramente esercita un forte richiamo grazie alle zone del Lago di Como e alla presenza di Milano come capitale finanziaria e della moda. Meno scontato è il secondo posto dell’Abruzzo che supera anche la Toscana, al terzo posto. La top ten include poi Liguria e Piemonte, separate da un minimo scarto, mentre a una distanza più significativa si piazzano Umbria, Sardegna, Puglia, Veneto e Marche. L’Italia è in una fase di ascesa e lo dimostra anche l’interesse di testate giornalistiche degli Emirati, come The National, che ci hanno contattato per avere commenti e informazioni sul nostro Paese e il suo mercato immobiliare”.

Seguendo tale sentiero dorato, i vertici di Gateaway.com hanno deciso di siglare delle partnership con gli organizzatori delle fiere internazionali più importanti degli Emirati Arabi, per promuovere al meglio l’Italia e per supportare gli operatori del mercato immobiliare.

Antoine Georges, amministratore delegato di Dome Exhibition e organizzatore di IRES 2015 (International Real Estate and Investment Show) fornisce anche altri dati e informazioni interessanti: “Gli Emirati Arabi Uniti ospitano differenti nazionalità che costituiscono l’86% della popolazione del Paese, 9 milioni e mezzo di persone, e la grande comunità di emigrati rappresenta il miglior bacino di potenziali investitori per le opportunità di acquisto all’estero, specialmente per mercati europei come quello italiano. Abbiamo constatato un forte interesse per l’Italia anche da parte dei cittadini degli Emirati per acquisti di seconde case e investimenti: questo accresce l’importanza della partecipazione dei Paesi europei a IRES 2015. Abu Dhabi è la capitale degli Emirati Arabi Uniti e qui si concentra una forte presenza di milionari con alta capacità di investimento: la location strategica permette di spingere l’interesse di residenti e no verso la destinazione Italia e il suo mercato immobiliare, proponendo attraverso questa vetrina una vasta selezione di proprietà e investimenti a prezzi differenti”.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico