Energie rinnovabili, la riscossa del Sud e delle zone montane

Solgenera, società del gruppo Consiag che si occupa di studiare, progettare, creare e gestire impianti per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili, ha annunciato il prossimo avvio dei lavori per la realizzazione di un nuovo parco eolico da 72 mila MW annui ad Andali, in provincia di Catanzaro. L’impianto, formato da 18 aerogeneratori, fornirà 72 mila MW di energia elettrica all’anno, sufficienti a coprire il fabbisogno energetico di una città di oltre 65.000 abitanti.

Ogni anno l’impianto ridurrà di 50.400 tonnellate l’immissione nell’atmosfera di anidride carbonica (Co2). Le riduzioni riguarderanno anche le emissioni di ossido d’azoto (-180 tonnellate) e di anidride solforosa (-100 tonnellate). Saranno inoltre risparmiate 16mila Tep (tonnellate equivalenti di petrolio). La conclusione dei lavori è prevista per la fine del 2010.

ENERGIE RINNOVABILI: LA RISCOSSA DEL SUD ITALIA
Il progetto calabrese è solo uno di quelli programmati da Solgenera con le amministrazioni locali del Sud. Il colosso delle energie rinnovabili ha concluso accordi importanti anche in Puglia e in Sicilia, per la progettazione, realizzazione e gestione di impianti fotovoltaici finalizzati alla produzione di energia elettrica: gli impianti utilizzeranno la tecnologia a “film sottile” a telloruro di cadmio, capace di garantire una produttività maggiore su altre tecnologie più tradizionali. Tre di questi impianti fotovoltaici sono già in corso di realizzazione nelle province di Lecce e Brindisi, mentre diversi impianti eolici verranno realizzati nel foggiano (62 MW), in Sicilia e in Sardegna. Undici progetti che riguardano il settore idroelettrico sono invece allo studio in Basilicata, Abruzzo e Campania.

DUE PARCHI EOLICI SULL’APPENNINO
Anche nelle altre regioni Solgenera e il gruppo Consiag hanno in programma nuovi interventi. Impianti fotovoltaici per 20/25 MW verranno costruiti nelle regioni del Centro-Nord, spesso sfruttando serre già esistenti, così da ridurre l’impatto degli interventi sul territorio. Con la Provincia di Pistoia, è già stato sottoscritto un protocollo d’intesa per la realizzazione di un parco eolico finalizzato alla produzione di energia rinnovabile sulla montagna pistoiese (potenzialità stimata 30 MW, investimento complessivo di quasi 100 milioni di euro). Un altro parco eolico sarà realizzato anche nel comune di Ferriere, sull’Appennino piacentino. L’ipotesi progettuale prevede una potenzialità fino a 46 MW e una produzione elettrica annua stimata intorno a 92.000 MWh.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico