Fabbricati rurali, ecco le modalità di presentazione della domanda

Il 26 luglio scorso è stato finalmente emanato il decreto del Ministero delle finanze con le disposizioni in materia di ruralità degli immobili. In particolare, con questo decreto sono state stabilite le modalità per l’inserimento negli atti catastali di una specifica annotazione concernente il requisito di ruralità, fermo restando il classamento originario degli immobili.

 

Il 7 agosto scorso, infine, l’Agenzia del Territorio ha stabilito le modalità di presentazione della documentazione necessaria ai fini dell’iscrizione negli atti della suddetta annotazione ai fabbricati rurali destinati ad abitazione ed a quelli strumentali all’esercizio dell’attività agricola, diversi da quelli censibili nella categoria D/10 (leggi la circolare n. 2/2012 del 7 agosto 2012 e relativi allegati).

 

Tutta la documentazione, costituita dalle domande e dalle autocertificazioni necessarie ai fini del riconoscimento del requisito di ruralità, redatte in conformità ai modelli allegati al citato decreto del Ministero delle finanze, deve essere presentata all’Ufficio provinciale dell’Agenzia territorialmente competente entro il 30 settembre 2012.

 

La domanda può essere inoltrata secondo le seguenti modalità:
– mediante consegna diretta all’Ufficio territorialmente competente dell’Agenzia del territorio;
– tramite servizio postale, con raccomandata con avviso di ricevimento;
– tramite fax, ai sensi dell’art. 38, comma 1, del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445;
– mediante posta elettronica certificata.

 

Gli indirizzi degli Uffici e ogni altro riferimento o indicazione sono consultabili sul sito internet: www.agenziaterritorio.gov.it, nella sezione dedicata agli “Uffici territoriali”. La domanda per il riconoscimento della ruralità degli immobili può essere presentata direttamente dal titolare dei diritti reali sui fabbricati rurali o tramite i soggetti incaricati, individuati fra i professionisti abilitati alla redazione degli atti di aggiornamento di catasto dei terreni ed edilizio urbano, oppure tramite le Associazioni di categoria degli agricoltori.

 

In caso di consegna a mano, la domanda va prodotta in duplice originale; in tal caso, un originale viene restituito come ricevuta al medesimo soggetto che lo ha presentato. Se la domanda è spedita tramite raccomandata con avviso di ricevimento, mediante fax, ovvero per posta elettronica certificata, fanno fede, ai fini della avvenuta presentazione, rispettivamente, la data di spedizione, la data del rapporto di trasmissione del fax ovvero quella relativa all’attestato di trasmissione elettronica.

 

L’Agenzia del Territorio ha reso, inoltre, disponibile sul proprio sito internet una specifica applicazione, che consente la compilazione della domanda con modalità informatiche e la relativa stampa, con l’attribuzione di uno specifico codice identificativo, a conferma dell’avvenuta acquisizione a sistema informatico dei dati contenuti.

 

La domanda, compilata e stampata con l’applicazione informatica, acquisisce validità a condizione che venga successivamente presentata all’Ufficio, con una delle modalità sopraindicate, entro il 30 settembre 2012, debitamente sottoscritta ed integrata con la documentazione necessaria.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico