Gli interventi realizzabili con la DIA dopo lo Sblocca Italia

La DIA, denuncia di inizio attività, è stata profondamente modificata a seguito della conversione in legge del Decreto Sblocca Italia (legge di conversione 11 novembre 2014, n. 164). Pare opportuno e utile per i nostri lettori, indicare sinteticamente quali sono, oggi, gli interventi realizzabili con la predisposizione della DIA.

Ecco l’elenco dei lavori che ora possono essere eseguiti con la denuncia di inizio attività, alternativa al permesso di costruire:

ristrutturazione edilizia;
ristrutturazione urbanistica disciplinata da piani attuativi comunque denominati;
nuova costruzione disciplinata da piani attuativi comunque denominati;
– accordi negoziali aventi valore di piano attuativo;
– nuova costruzione in diretta esecuzione di strumenti urbanistici generali;
– interventi previsti da norme specifiche;
interventi individuati dalle Regioni.

Alla DIA, dopo lo Sblocca Italia, sono stati attribuiti solo gli interventi individuati dal comma 3 dell’art. 22 del testo unico dell’edilizia, mentre quelli compresi nei commi 1, 2 e 2-bis sono stati attribuiti alla SCIA, segnalazione certificata di inizio attività.

 

Gli interventi di ristrutturazione edilizia sono, comprensibilmente, quelli più importanti gestiti dalla DIA. Tali interventi (art. 10, comma 1, lettera c)) del testo unico dell’edilizia sono quelli che trasformano gli organismi edilizi in parte o in tutto rispetto all’esistente.

 

Tali interventi comprendono il ripristino o la sostituzione di alcuni elementi costitutivi dell’edificio, l’eliminazione, la modifica e l’inserimento di nuovi elementi ed impianti.

 

Opere di demolizione e ricostruzione con la stessa volumetria di quello preesistente rientrano nell’ambito delle ristrutturazioni edilizie, fatte salve le sole innovazioni necessarie per l’adeguamento alla normativa antisismica nonché quelli volti al ripristino di edifici, o parti di essi, eventualmente crollati o demoliti, attraverso la loro ricostruzione, purché sia possibile accertarne la preesistente consistenza.

 

Un valido strumento per approfondire l’evoluzione e il cambiamento della DIA edilizia dopo lo Sblocca Italia è il manuale tecnico dell’arch. Mario Di Nicola La DIA in edilizia dopo il Decreto Sblocca Italia pubblicato dalla casa editrice Maggioli.

 

Organizzato per argomenti, con la trattazione esauriente delle indicazioni operative, oltre alla  successione cronologica fornisce tutte le informazioni utili alla gestione procedurale di ciascuna attività.

 

L’obiettivo del volume è quello di porre il tecnico nella condizione di poter disporre di tutte le informazioni utili a garantire la completa copertura delle problematiche che sarà chiamato ad affrontare nell’assolvimento del suo incarico.

 

In allegato al volume è anche presente un Cd-Rom contenente un formulario relativo alla denuncia di inizio attività predisposta secondo gli schemi dei modelli unici approvati dalla Conferenza Unificata.

 

È possibile acquistare il manuale Nicola La DIA in edilizia dopo il Decreto Sblocca Italia direttamente e comodamente online sullo store Maggiolieditore.it con un prezzo promozionale speciale.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico