Il 2016 sarà l’anno dei droni per edilizia e architettura?

Il 2016 sarà l’anno dei droni per edilizia e ambiente?

Valutare lo stato di salute delle coltivazioni agricole e l’estensione effettiva di boschi e foreste, mappare dall’alto un territorio per verificare l’esistenza di abusi edilizi, immobili non dichiarati, lavori e cantieri non autorizzati; rilevare le aree soggette a frane o danneggiate a seguito di eventi calamitosi quali terremoti, inondazioni, incendi, fino alla possibilità di analizzare in tempo reale, tramite la telemetria, la qualità dell’aria e dell’inquinamento chimico delle nostre città, per restaurare siti e monumenti di interesse storico-archeologico.

Sono sempre più versatili e numerosi gli utilizzi e i campi di applicazione dei droni, un mercato in forte crescita con oltre 1200 velivoli in Italia, come riportano i dati del Rapporto 2015 sull’attività dell’Enac, secondo cui sono circa 600 le aziende specializzate nella produzione di questi velivoli radiocomandati. Un fenomeno che dalle operazioni militari e di difesa si è spostato all’uso civile, investendo settori che spaziano dalla sicurezza all’edilizia, passando per l’architettura e l’agricoltura, e che dal 7 al 9 giugno 2016 saranno al centro di Droni Hub, uno dei sei settori di Technology Hub l’evento professionale delle tecnologie innovative per il tuo futuro, promosso da Senaf per fare incontrare il mondo imprenditoriale con i fornitori delle nuove tecnologie.

All’interno di Droni Hub ci sarà la possibilità per il visitatore di scoprire le varie tipologie di droni esistenti: non solo i droni aerei (strutture a elica, planari, ibride), ma anche i droni terrestri (rover), e i droni marini. Sarà possibile valutare i loro usi in ambito professionale, potendo approfittare di un momento di interscambio formativo sulle novità regolamentari, sulle limitazioni previste dalla legge e sulle licenze necessarie per il pilotaggio.

I droni aerei sono quelli maggiormente diffusi nel mercato. Si utilizzano soprattutto se è necessaria una visione dall’alto per un determinato scopo: riprese aeree, ispezioni, mappatura e fotogrammetria. I droni terrestri sono droni su ruote che garantiscono grande stabilità e possibilità di caricare pesi maggiori. Sono equipaggiabili con una camera che consente riprese stabili dal basso e particolarmente utili in situazioni di ispezione e sorveglianza seguendo strade prestabilite. I droni marini  sono invece simili a piccoli sottomarini su cui è possibile montare una camera impermeabilizzata e fare riprese sottomarine. Sono molto utili per il monitoraggio ambientale dei mari e degli oceani, il controllo delle acque vicino a moli e porti, le riprese video e il controllo della flora e della fauna marina.

La varietà delle soluzioni presentate durante le tre giornate di manifestazione rappresenterà un vero e proprio hub tecnologico, per sostenere la crescita delle imprese e condividere le ultime novità sui progressi compiuti finora e sulle previsioni per i futuri trend del mercato.

“Tra 10 anni i droni saranno strumenti di uso comune e le loro performance saranno altissime – commenta Luciana De Fino, Presidente dell’Associazione AIDroni – Avranno a bordo sistemi avanzati anticollisione e sensoristica sofisticata e seguiranno rotte sicure. Non saranno solo vista ma anche azione e i dati che raccoglieranno di diversa natura alimenteranno database trasparenti e fruibili. Questo è presumibile sia possibile. Insieme a molto altro.”

Oltre all’area dedicata ai droni, Technology Hub, sviluppato tra spazi espositivi, workshop, convegni, case history e presentazioni tecniche, sarà composto anche da  3DPrint Hub e Additive Manufacturing Hub, che metteranno in mostra soluzioni per la stampa 3D (approfondisci il servizio di Stampa 3D per i tecnici del Gruppo Maggioli) e l’additive manufacturing, materiali, macchine e servizi per la prototipazione e la produzione rapida; Material Hub, dove verranno approfondite le tematiche dedicate all’applicazione di nuovi materiali, in particolare nanomateriali, eco materiali e grafene; Elettronica e IoT Hub, che ospiterà i fornitori di elettronica e di soluzioni per l’Internet delle Cose e Robot Hub, che darà alle imprese l’opportunità di incontrare produttori e fornitori di robot, hardware, software, componenti e accessori, con un focus particolare sulla robotica collaborativa e di servizio.

Commento al nuovo regolamento Enac per l’utilizzo dei droni

Commento al nuovo regolamento Enac per l’utilizzo dei droni


F. D'Alessandro , 2015, Maggioli Editore

L’idea di commentare una legge o un regolamento è sempre affascinante per il lettore che può trarne diversi
vantaggi e spunti di riflessione in funzione dei casi concreti che si trova a vivere. Un po’ meno per chi
scrive come “tecnico”...


5,90 € 5,31 € Acquista

su www.maggiolieditore.it


Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico