Immobiliare di pregio: i prezzi tengono con difficoltà

Immobiliare di pregio: i prezzi tengono con difficoltà

Per quanto riguarda il mercato immobiliare di ville, attici e palazzi signorili, i prezzi di compravendita tengono meglio di altre tipologie di immobili, sebbene i valori siano ancora quasi tutti contrassegnati dal segno “meno”. A certificare che l’immobiliare di pregio si trova ancora in una zona grigia sono le rilevazioni recenti dell’Ufficio Studi del Gruppo Tecnocasa, che ha diffuso i dati percentuali con le variazioni di prezzo degli edifici prestigiosi sulle piazze di Milano e Roma.

Anche se il mercato immobiliare inizia a dare segni di ripresa, la domanda di case di pregio è caratterizzata da una forte selettività e, non sempre, l’offerta è all’altezza delle aspettative dei potenziali acquirenti.

Nelle zone più prestigiose di Roma e Milano, si legge nell’analisi Tecnocasa, le abitazioni signorili in ottimo stato hanno segnalato rispettivamente un aumento dei valori dello 0,2% e un calo dello 0,8%. Nel capoluogo lombardo le variazioni dei prezzi degli immobili di pregio sono in linea con la media dei valori registrati nelle altre zone della città, che nel primo semestre del 2015 ha chiuso con calo pari allo -0,9%; migliora la situazione a Roma, che registra un calo medio delle quotazioni del -2,1%.

Nella tabella qui di seguito si può apprezzare lo storico delle variazioni percentuali dei prezzi nel settore immobiliare delle case di pregio.

I sem. 2009II sem. 2009I sem. 2010II sem. 2010I sem. 2011II sem. 2011I sem. 2012II sem. 2012I sem. 2013II sem. 2013I sem. 2014II sem. 2014I sem. 2015
Milano0,3-0,6-1,40,3-1,3-1,2-5,0-3,6-3,50,9-0,1-1,3-0,8
Roma-0,3-4,4-2,53,90,00,5-4,3-2,6-3,7-2,1-0,5-2,0-0,2

A livello generale il calo dei valori registrato dal 2008 a oggi è molto modesto e, in ogni caso, inferiore a quello osservato per tipologie di immobili più ordinari. Infatti, anche nel periodo di ribasso dei prezzi, le soluzioni top hanno sostanzialmente tenuto, soprattutto se gli immobili erano in buone condizioni.

Dalle analisi sulle compravendite di soluzioni di pregio realizzate dal Gruppo Tecnocasa si evince che il 52,8% ha acquistato un appartamento, a seguire con il 13,2% gli attici e con la stessa percentuale le ville singole. Il 77,8% ha cercato l’abitazione principale mentre il 13,3% l’ha comprata per investimento.

Ci si orienta su tagli superiori a 150 mq, con una buona luminosità, dotati di posto auto o box ed inseriti in contesti immobiliari d’epoca.  È richiesta la presenza di un balcone o del terrazzo, preferibilmente con affacci su piazze importanti o con vista panoramica. Si apprezza anche la presenza di soffitti a volte, cassettoni e affreschi. Lo stato di conservazione dell’immobile è poco importante perché quasi sempre l’acquirente preferisce personalizzarlo.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico