In Emilia-Romagna i geometri studiano insieme il Piano Casa

La Regione Emilia-Romagna ha recentemente approvato il suo Piano casa. Tra le particolarità della legge regionale rientra la possibilità per i comuni di limitare l’applicabilità delle norme in relazione a specifici immobili o ambiti territoriali. I collegi dei geometri dell’Emilia-Romagna in passato si sono mostrati perplessi su questa disposizione, richiedendo alle amministrazioni comunali la massima applicazione della normativa regionale. Ora gli stessi collegi riaffrontano il problema, con una serie di convegni interprovinciali.

Scopo dei convegni è consentire a tutti i professionisti di recepire gli intenti del Piano casa, portando a un allineamento conoscitivo omogeneo tra tutti i soggetti che, a diverso titolo, dovranno applicare la legge regionale. Proprio per questa ragione parteciperanno agli incontri anche due rappresentanti della Regione Emilia-Romagna, direttamente coinvolti dal cambiamento normativo: Gian Carlo Muzzarelli, assessore alla programmazione e allo sviluppo territoriale, e Giovanni Santangelo, direttore del Servizio affari giuridici, programmazione e sviluppo territoriale.DATE E

LUOGHI DEI CONVEGNI
Il primo convegno si è già svolto il 15 settembre a Reggio Emilia, coinvolgendo anche gli iscritti di Parma e Piacenza. Il secondo appuntamento è stato invece fissato per il 21 settembre a Cervia, punto di incontro ideale per i geometri delle province di Ravenna, Rimini e Forlì-Cesena (il depliant dell’incontro).

A Bentivoglio (Bologna), il 9 ottobre è infine in programma il terzo convegno, che si svolgerà nell’arco dell’intera giornata al ZanHotel & Meeting Centergross (via Saliceto, 8) e interesserà le province di Bologna, Ferrara e Modena.

Per approfondimenti:
Collegio dei geometri di Bologna

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico