La casa dei sogni? Per gli italiani è ecosostenibile

Qual è il grado di eco-compatibilità degli edifici nel nostro Paese e come dovrebbe esser la casa ideale degli Italiani? Secondo una ricerca condotta dall’Osservatorio Casa.it, la bioedilizia in Italia deve ancora decollare: la maggioranza degli intervistati (58,4%) non vive al momento in edifici ecocompatibili. Tuttavia, il 62,9% del campione dichiara di desiderare un’abitazione costruita secondo principi di ecosostenibilità e il 56,8% degli intervistati ha già previsto interventi di ristrutturazione energetica.

CERTIFICAZIONE E CONTO ENERGIA
Dall’indagine risultano ancora poche le case dotate di certificazione energetica, obbligatoria da luglio 2009 per gli immobili in vendita: solo il 19,4 del totale; la maggior parte di queste abitazioni (28,8%) è comunque stata premiata con l’assegnazione in classe A (consumo anno per metro quadro inferiore a 30 kW o a 3 litri di gasolio). Pochissime anche le case che consentono di usufruire degli incentivi del Conto energia: il 6,6% è dotato di un impianto fotovoltaico, il 5,9% di pannelli solari vetro-vetro e lo 0,8% di un impianto eolico di piccole dimensioni.

SOLUZIONI COSTRUTTIVE
L’attenzione al risparmio energetico si riflette in diversi aspetti, dalle caratteristiche strutturali dell’abitazione, alla tipologia degli impianti utilizzati. Per la casa ideale risultano interessanti gli impianti a parete/pavimento, i timer programmabili e gli interruttori intelligenti, ma grosso favore riscuotono soprattutto i serramenti a elevato livello di isolamento termoacustico (usati dal 47,4% del campione) e le caldaie a condensazione (40,4%). In cima alle preferenze le pareti coibentate (68,4%).

ARREDAMENTO
Il 50% degli intervistati, infine, sceglie elettrodomestici di classe ecologica e sistemi di cottura a basso consumo, e il 29,5% punta su articoli di elettronica ecosostenibili. Interessanti anche i dati relativi ai complementi di arredo. Tra le soluzioni utilizzate rientrano i tessuti biologici (6,6%), i materiali riciclati o riciclabili (15,6%), gli oggetti verniciati ad acqua, ecologici nel processo di lavorazione (21,3%).

QUALITÀ DELL’ABITARE E VALORE DEGLI IMMOBILI
Secondo Casa.it, importante portale immobiliare controllato dal gruppo News Corp di Rupert Murdoch, i dati confermano l’importanza crescente della bioedilizia in Italia. La conferma viene dallo stesso amministratore delegato Daniele Mancini: “Il settore edilizio e immobiliare è naturalmente interessato da questo fenomeno e si sta, infatti, facendo strada un nuovo modo di progettare, costruire e arredare le abitazioni secondo principi di bioedilizia ed ecosostenibilità”. Le conseguenze, come ricorda Mancini, sono importanti anche dal punto di vista economico. Con la qualità dell’abitare cresce, infatti, anche il loro valore degli immobili. 
 
Fonte:
Il portale Casa.it

Per approfondimenti:
Alcuni esempi di bioedilizia applicata:
Pagus Naturae, un villaggio bioedile in costruzione
Artimestieri: un esempio di arredamento biologico

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico