La Finanziaria riapre i termini per la rivalutazione delle aree edificabili

È stata definitivamente approvata la Finanziaria 2010 (legge 23 dicembre 2009, n. 191 recante “Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato”; supplemento ordinario alla G.U. del 30 dicembre 2009). Due provvedimenti sono di particolare interesse per la categoria dei geometri: si riaprono i termini per la rivalutazione delle aree edificabili, e vengono prorogate le agevolazioni sulle manutenzioni (detrazione del 36%, Iva al 10%).

RIVALUTAZIONE DELLE AREE AGRICOLE ED EDIFICABILI
La nuova Finanziaria, all’art. 2, comma 229 riapre i termini per la rivalutazione delle aree agricole ed edificabili possedute da privati alla data del 1° gennaio 2010 (i termini vengono riaperti anche per le partecipazioni non negoziate in mercati regolamentati). In questi casi sarà necessario versare un’imposta pari al 4% del valore rideterminato delle aree.
• Scadenza per il versamento: 31 ottobre 2010.
• Pagamento rateale: il pagamento può avvenire anche in tre rate annuali di pari importo, con applicazione degli interessi del 3%. In questo caso le scadenze sono: 31 ottobre 2010 (prima rata), 31 ottobre 2011 (seconda rata), 31 ottobre 2012 (terza rata).
• Perizia di stima: la redazione ed il giuramento della perizia di stima, che ridetermina il valore del terreno su cui applicare l’imposta, devono essere effettuate entro il 31 ottobre 2010.

MANUTENZIONE DELLE ABITAZIONI: DETRAZIONE DEL 36% FINO AL 2012
Tra i tanti provvedimenti inseriti nella Finanziaria 2010, vi è anche la proroga della detrazione Irpef del 36% per le opere di recupero edilizio delle abitazioni fino al 31 dicembre 2012. È quanto previsto dall’art. 2, comma 10, lett. a e b.

ACQUISTO DI ABITAZIONI IN EDIFICI RISTRUTTURATI
È prorogata di un anno la detrazione Irpef del 36% per l’acquisto di abitazioni facenti parte di edifici interamente ristrutturati da imprese di costruzione. In questo caso la detrazione va calcolata sul 25% del prezzo di acquisto, nel limite di 48.000 euro per unità immobiliare. Per poter usufruire dell’agevolazione servono due condizioni (art.2, comma 10, lett. c):
• gli interventi di recupero integrale del fabbricato devono essere eseguiti dal 1° gennaio 2008 al 31 dicembre 2012;
• il rogito deve essere stipulato entro il 30 giugno 2013.

CONFERMATA L’IVA AL 10% SULLE RISTRUTTURAZIONI
Sempre all’articolo 2, ma al comma 11, viene confermata l’Iva al 10% per gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria delle abitazioni.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico