Le ultime ore dell’Ici

La Camera ha concesso la fiducia chiesta dal governo per approvare il d.l. 23/2008 fiscale che ha abolito l’Ici. Per la serata di oggi, 27 giugno, è previsto il voto finale.
Durante il lavoro delle commissioni, il decreto ha subito qualche emendamento.
Riportiamo le modifiche principali.

– Entro 30 giorni dalla conversione in legge del decreto, il Ministero dell’interno dovrà accreditare il 50% del rimborso concesso a comuni e regioni a statuto speciale come compensazione per la soppressione dell’Ici. I criteri per la ripartizione, però, terranno conto anche dell’efficienza nei comuni nel negoziare l’imposta.
– I comuni potranno rinegoziare i contratti con i concessionari dei tributi locali.
– Sono escluse sanzioni per i contribuenti che hanno commesso errori nei versamenti a proposito delle pertinenze che restano soggette a imposta.

È stato inoltre approvato un emendamento della senatrice Helga Thaler Ausserhofer che prevede la dichiarazione per il pagamento dell’imposta di bollo in modo virtuale anche sui documenti che saranno presumibilmente ricevuti (oltre che su quelli emessi) durante l’anno.
Tra gli altri emendamenti approvati, uno prevede lo slittamento al 1° gennaio 2009 per il termine per gli adempimenti in materia di valutazione dei rischi dei datori di lavoro.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico