Lecce si scopre capitale dell’energia

Dal 14 al 17 maggio, per il secondo anno consecutivo, la città di Lecce ospita il Festival dell’Energia, manifestazione patrocinata dai ministeri dell’ambiente e dello sviluppo economico.
Sostenuto da importanti istituzioni accademiche scientifiche, l’evento si presenta come un’occasione per riflettere sulle scelte economiche e politiche da compiere in tema di energia. Accanto agli approfondimenti tecnici, non mancheranno i momenti didattici e divulgativi.
 

L’energia è oggi un tema chiave del dibattito politico ed economico, in grado di influenzare le scelte strategiche dei paesi industrializzati e di quelli emergenti. Cresce dunque il bisogno di una cultura condivisa e diffusa sul tema, fondata su basi scientifiche, sulla partecipazione e sul coinvolgimento. Nasce con questo spirito “L’energia spiegata. Festival dell’Energia”, manifestazione giunta quest’anno alla sua seconda edizione, ospitata a maggio nella città di Lecce.
Ideato dall’associazione no profit Aris, l’appuntamento è realizzato in partnership con Assoelettrica e in collaborazione con soggetti istituzionali come la Regione Puglia, la Provincia e il Comune di Lecce, l’Università del Salento. Gode però anche di patrocini governativi, forniti dai ministeri dell’ambiente e dello sviluppo economico, e di sostegni accademici (Università del Salento, Fondazione Politecnico di Milano, Cnr, Crui) e scientifici (Fast e Kyoto Club). Una manifestazione “dalla qualità garantita”, insomma, che si propone come contenitore di idee, eventi, incontri e spettacoli, per diffondere il più possibile i saperi della scienza e i risultati dell’innovazione nel mondo dell’energia.
Decidere oggi l’energia di domani. È questo il tema della nuova edizione, articolata in due parti distinte: la sezione “Governo dell’energia”, che si svilupperà attraverso il convegno di apertura e le tavole rotonde centrate sui temi della governance; e un momento più divulgativo, “Quale energia tra vent’anni”, dedicato alle scelte che disegnano il volto del sistema energetico del futuro. Questa seconda sezione sarà sviluppata attraverso una lectio magistralis e diversi incontri con gli esperti, ma non mancheranno i talk show, le mostre e le attività divulgative e didattiche.
Durante i giorni del festival si parlerà anche di case ecologiche e della necessità di definire le priorità energetiche per il nostro paese. Saranno poi approfonditi gli aspetti internazionali legati all’energia e verranno affrontate le questioni connesse al mix delle fonti, con particolare attenzione allo sviluppo delle rinnovabili e ai temi dell’efficienza e del risparmio energetico. Ampio spazio sarà riservato inoltre al mondo della ricerca e dell’innovazione con la presentazione di progetti, brevetti, prototipi e studi innovativi. Per internazionalizzare la manifestazione, in collaborazione con il Ministero dell’ambiente, verrà infine allestito un tavolo di confronto sui temi energetici tra gli esponenti istituzionali dei Paesi del Mediterraneo e le maggiori imprese italiane.
Il programma completo

I PROTAGONISTI
Alla manifestazione leccese parteciperanno scienziati, politici nazionali e amministratori locali, giovani ricercatori e giornalisti scientifici: in tutto 130 ospiti, protagonisti di un programma che prevede più di 60 eventi tra dibattiti, incontri, convegni, tavole rotonde, spettacoli, documentari, mostre e giochi scientifici.
Tra gli altri protagonisti ricordiamo il ministro dell’ambiente Stefania Prestigiacomo, l’ex-premier Massimo D’Alema e il presidente del World Council for Renewable Energy Wolfang Palz. Con loro, saranno presenti dirigenti pubblici di primo piano come Luigi Paganetto (presidente dell’Enea), Corrado Clini (direttore del Ministero dell’ambiente) e Guido Bortoni (capo dipartimento energia del Ministero dello sviluppo economico), ma anche personaggi noti a un pubblico più ampio: dal matematico Piergiorgio Odifreddi ai giornalisti Giovanni Floris, Antonello Piroso e Sergio Rizzo.

IL COMITATO D’ONORE
Zhores Ivanovic Alferov (Premio Nobel per la fisica)
Enzo Boschi (istituto nazionale di geofisica e vulcanologia)
Enzo Gatta (Assoelettrica)
Margherita Hack (Università di Trieste)
Luciano Maiani (Cnr)
Claude Mandil (Aie)
Emma Marcegaglia (Confindustria)
Alessandro Ortis (Autorità per l’energia elettrica e il gas)
Luigi Paganetto (Enea)
Chicco Testa (Wec)

Per approfondimenti:
www.festivaldellenergia.it
La web-tv del festival

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico