Macchine per Movimento Terra e Rischio Vibrazioni

Concludiamo la nostra trattazione sulle macchine movimento terra e della sicurezza, pubblicando la terza parte di un articolo di Marcello Antoniotti, geometra e coordinatore di attività di prevenzione in edilizia, tratto dal numero di agosto 2011 della rivista Progetto Sicurezza di Maggioli Editore.

 

Le vibrazioni possono essere trasmesse attraverso le macchine o le superfici con cui l’uomo viene a contatto.
A seconda delle parti del corpo coinvolte, possono essere distinte in vibrazioni trasmesse al corpo intero o al sistema mano-braccio.

 

L’esposizione a lungo termine a vibrazioni di elevata intensità trasmesse al corpo intero può determinare danni lombari, al sistema cervicale, all’apparato gastrico, al sistema venoso e all’udito e riguarda i conduttori di carrelli elevatori, di macchine per movimento terra e di autocarri.

 

Le vibrazioni trasmesse al corpo intero dalle macchine per movimento terra variano secondo le caratteristiche delle macchine stesse, pertanto, ai fini della sicurezza, devono essere valutate di volta in volta per stabilire i tempi massimi di possibile utilizzo della macchina affidata al conduttore.

 

A titolo esemplificativo si calcolano qui di seguito tre casi con i valori di vibrazione misurati e riportati dalla banca dati dell’Ispesl per evidenziare come può notevolmente variare il valore limite massimo ammesso di esposizione giornaliero.

 

Valutazione preventiva di assorbimento quotidiano di rumore in base a dati di letteratura e misurazioni effettuate in cantieri diversi con attività similari per il conduttore di macchine per movimento terra

 

D.lgs. 81/2008 Vibrazioni corpo intero – WBV 

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico