Manutenzione predittiva, FLIR lancia il nuovo termometro ad immagine IR TG165

La termografia ad infrarossi, se applicata nelle aziende, è una tecnica versatile di manutenzione predittiva, o manutenzione su condizione. Così scrive l’ing. Davide Lanzoni, autore del recente volume sulla termografia in ambito elettrico e industriale, sul quotidiano online Ediltecnico.it.

 

Scoprire prima che avvenga un possibile danno i malfunzionamenti invisibili all’occhio umano consente di individuare problemi inaspettati, o di evitare di sostituire componenti ancora in buona condizione.

 

Addirittura, dal momento che prevenire un guasto significa spesso risparmiare fermi impianto e quindi costi di mancata produzione, ma anche prevenire incendi e danni materiali e/o alle persone, molte compagnie assicurative promuovono l’esecuzione di indagini termografiche presso i loro clienti, alcune con sconti interessanti sui premi periodici.

 

Le aziende del settore si stanno muovendo in questo senso, ed è notizia di oggi che la FLIR Systems ha annunciato il lancio del suo termometro ad immagine IR TG165, uno strumento potente, compatto e conveniente che permette di vedere la distribuzione del calore invisibile all’occhio umano, misurare le temperature con grande accuratezza e memorizzare immagini e dati di misura da integrare nei rapporti.

 

Progettato attorno all’esclusiva micro termocamera Lepton® FLIR, il TG165 elimina congetture e diagnosi alla cieca, integrando un termometro IR e la potenza di una termocamera in un unico strumento compatto e robusto, che tutti possono utilizzare. Questa combinazione unica di tecnologie consente di accelerare la diagnosi dei problemi facilitando la visualizzazione, a distanza di sicurezza, dei punti caldi e freddi altrimenti invisibili all’occhio umano, consente di svolgere le necessarie indagini e risolvere i problemi con grande rapidità.

 

Veloce e di facile utilizzo, il TG165 non richiede alcun corso di formazione. Con il doppio laser contrassegna visivamente i bordi dell’area da misurare e il puntatore ne identifica il punto centrale.  Progettato per sopportare cadute da due metri di altezza, il TG165 è sufficientemente robusto per i professionisti che operano in ambito industriale, offrendo al tempo stesso quella semplicità di utilizzo tanto apprezzata dagli utilizzatori amanti del fai da te. 

 

“Il TG165 colma il divario tra gli termometri IR, che non offrono alcuna capacità di visualizzazione immagini, e le termocamere FLIR attuali protagoniste del mercato,” afferma Andy Teich, Presidente e CEO di FLIR. “Sfruttando i rivoluzionari vantaggi del nostro nuovo modulo Lepton, in termini di prezzo, dimensioni e bassi consumi, il TG165 trasforma uno degli strumenti di misura più comunemente utilizzati in una soluzione diagnostica che consente ai tecnici della manutenzione, alle imprese edili, agli elettricisti, ai tecnici del condizionamento e ai proprietari di case di risolvere i problemi di riscaldamento ed elettrici con maggiore rapidità e sicurezza.”

 

Il TG165 sarà disponibile a livello mondiale presso i principali rivenditori di strumenti di misura e test per l’industria a partire da ottobre, al prezzo di 499 euro.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico