Materiali edili riciclati e soluzioni innovative

Rifiuti come risorsa.
La tecnologia applicata ai problemi ambientali ha portato risultati di grande importanza. Attraverso la ricerca sono infatti stati creati nuovi materiali ottenuti dal riciclo e prodotti secondo logiche di sostenibilità.
Sia tecniche di riciclaggio e riuso di materiali dismessi, che innovazioni di processo mirate alla riduzione e al recupero degli scarti edilizi hanno introdotto nel processo costruttivo strategie tecnologiche che favoriscono le applicazioni dei materiali ottenuti dal riciclo. Questa situazione offre un forte impulso alla ricerca di nuove proposte e nuovi processi produttivi, trasformando il concetto di rifiuto in opportunità. Grazie all’evoluzione tecnico-normativa, oggi dover scegliere tra i materiali convenzionali e quelli riciclati non è più una questione di qualità: i materiali recuperati sono equivalenti ai materiali originari e possiedono in più un evidente vantaggio ecologico, pur presentando caratteristiche e forme estetiche diverse rispetto alle materie prime convenzionali.
Oggi la tavolozza del progettista si va sempre più arricchendo di nuovi materiali edili ottenuti per riciclo di carta, legno, metallo, vetro, materie plastiche e inerti di demolizione. Nel campo dei materiali per l’edilizia è possibile suddividere i nuovi materiali ottenuti dal riciclo in base alla loro natura chimico-fisica.

Alluminio
L’alluminio può essere riciclato al 100% e infinite volte senza perdere le sue caratteristiche originali. Materie prime: scarti di lavorazione, settore dei trasporti, infissi, raccolta differenziata.
Principali applicazioni: nuovi infissi e serramenti; pavimentazioni e rivestimenti per interni ed esterni; elementi d’arredo; insegne e pensiline; isolanti acustici; sistemi per facciate.

Carta
L’impiego di carta riciclata in sostituzione alle fibre vergini rappresenta un’importante risparmio di risorse. Materie prime: scarti di lavorazione, imballaggi, raccolta differenziata urbana e industriale.
Principali applicazioni: isolanti termoacustici; pannelli alveolari; intonaci e finiture; riempitivi per porte e pareti divisorie; pavimentazioni e rivestimenti; componenti strutturali per pareti; casseformi; arredi e complementi.

Legno
Il legno, specialmente se non trattato, è riciclabile al 100% e può subire vari cicli di recupero. Materie prime: scarti di lavorazione, imballaggi, rifiuti edili (travi, infissi, pannelli isolanti), rifiuti legnosi (mobili, sughero).
Principali applicazioni: isolamento; semilavorati e pannelli; pavimentazioni per interni ed esterni; casseri a perdere, casseforme; rivestimenti interni ed esterni; arredo urbano; coperture; pareti e sistemi strutturali.

Materie plastiche
Per la produzione di 1 kg di plastica vergine sono necessari circa 2 kg di petrolio: è naturale quindi che l’impiego delle plastiche riciclate comporti un notevole risparmio di risorse.
Materie prime: scarti industriali, pneumatici usati, tubazioni, pavimentazioni, raccolta differenziata urbana. Principali applicazioni: casseri a perdere; tubature; isolanti termoacustici; arredi per interni ed esterni; infissi; barriere per il traffico e arredo urbano; pavimentazioni e superfici drenanti sportive.

Inerti
Gli aggregati riciclati rappresentano un importante vantaggio dal punto di vista della salvaguardia del territorio, a cominciare dalla riduzione dell’attività estrattiva. Materie prime: scarti dell’industria ceramica, pietrisco residuo estratto dalle cave, residui misti delle attività edili di costruzione, ristrutturazione e demolizione.
Principali applicazioni: strade, massicciate ferroviarie, riempimenti e colmate; sabbia, pietrisco e ghiaia; prodotti ceramici; murature interne, di tamponamento e portanti; pavimentazioni e rivestimenti.

Vetro
Il vetro può essere riciclato interamente e infinite volte senza subire l’alterazione o la perdita di qualità. Materie prime: residui e scarti di lavorazione, raccolta differenziata.
Principali applicazioni: rivestimenti e pavimentazioni per interni ed esterni; isolanti; pareti e mattoni; pannelli portanti per facciate.

Articolo di Massimiliano Bertoni e Andrea Cantini

Per approfondimenti:
Matrec
Osservatorio nazionale sui rifiuti

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico