Maxi-inchiesta a Firenze: quattro geometri al centro della bufera

Ventuno indagati, diciassette denunciati, sei persone agli arresti domiciliari e una in custodia cautelare: è questo l’esito dell’operazione “Le mani sulla città”, condotta su una serie di abusi edilizi che sarebbero stati commessi nella città di Firenze. Tra gli indagati anche importanti esponenti del mondo politico e professionale.

L’inchiesta, coordinata dal procuratore capo Giuseppe Quattrocchi e condotta dai sostituti Giuseppina Mione e Leopoldo Di Gregorio, vede coinvolti anche l’ex-presidente della Commissione urbanistica Antongiulio Barbaro, il geometra Alberto Formigli (ex capogruppo del Pd in consiglio comunale) e due geometri dell’Ufficio edilizia privata. I quattro avrebbero favorito alcune imprese private, in special modo la società di progettazione Quadra srl. Indagati anche i due amministratori della società: il geometra Alberto Vinattieri e l’ex presidente dell’Ordine degli architetti di Firenze Riccardo Bartoloni.

Quadra srl avrebbe acquisito una posizione di monopolio nel panorama cittadino, specializzandosi in ristrutturazioni urbanistiche con demolizioni di vecchi fabbricati e costruzione di edifici residenziali. I lavori avrebbero riguardato anche cortili interni (con perdita di aria e di sole per i vecchi residenti) e zone panoramiche, rese appositamente edificabili. Per gli imputati si ipotizzano reati pesantissimi: corruzione, associazione a delinquere, falso ideologico, truffa al Comune del Firenze e abuso d’ufficio. Ben ventuno i progetti finiti nell’occhio della magistratura. Le indagini sono state eseguite anche attraverso intercettazioni ambientali e telefoniche, riprese video e pedinamenti. A quanto affermato dagli organi inquirenti, alcuni degli imprenditori indagati lavoravano direttamente al computer dei dirigenti del comune per modificare i propri progetti.

Per approfondimenti:
Corrierefiorentino.it
La Nazione

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico