Modalità di aggiornamento catasto per le variazioni colturali

L’Agenzia del Territorio ha pubblicato il provvedimento con cui sono state definite le modalità operative e tecniche per l’aggiornamento della banca dati catastale sulla base delle dichiarazioni relative all’uso del suolo.

 

Le dichiarazioni relative all’uso del suolo, infatti, devono contenere anche le informazioni necessarie per consentire l’aggiornamento del catasto.

 

Le dichiarazioni relative alle singole particelle catastali, devono contenere anche le seguenti informazioni:

a) gli identificativi catastali delle particelle oggetto di aggiornamento (provincia, comune amministrativo, comune catastale, sezione, foglio, particella ed eventuale denominatore);

b) l’uso del suolo, ai fini della corresponsione dei contributi agricoli, per ogni particella o sua porzione;

c) l’indicazione dell’eventuale avvicendamento nell’ambito di un ciclo colturale di seminativi;

d) l’indicazione dell’eventuale avvicendamento nell’ambito di un ciclo di colture ortive;

e) la potenzialità di irrigazione della particella;

f) l’indicazione se trattasi di utilizzazione parziale, ovvero completa della particella;

g) la superficie espressa in metri quadrati di ciascun uso del suolo, per ogni singolo utilizzo dichiarato nella particella;

h) la qualità colturale catastale, nel caso in cui l’uso del suolo dichiarato rientri nell’elenco di cui alla tabella 1 richiamata al paragrafo 2.2 dell’allegato tecnico, che costituisce parte integrante del provvedimento;

i) le generalità del soggetto dichiarante (cognome, nome, codice fiscale, luogo e data di nascita, indirizzo), unitamente alla dichiarazione sulla titolarità di un diritto reale, ovvero sulla conduzione del fondo;

j) la conformità dell’intestazione catastale della particella con l’effettiva titolarità, qualora il dichiarante sia intestatario ovvero titolare di diritti reali sull’immobile. In alternativa, se le dichiarazioni di cui al comma 1 sono rese dal conduttore del fondo, le informazioni da fornire sono quelle concernenti le generalità e il codice fiscale di almeno uno dei titolari di diritti reali sull’immobile;

k) il luogo, la data e la sottoscrizione del dichiarante.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico