Patrimonio immobiliare pubblico: una leva per lo sviluppo del territorio e della professione

La valorizzazione del patrimonio immobiliare pubblico: una strada che, se opportunamente percorsa, rappresenta, specialmente nell’attuale congiuntura economica, una leva strategica per innescare circoli virtuosi di sviluppo locale e aprire nuove opportunità professionali ai tecnici del settore.

Sarà questo il focus del convegno Il patrimonio immobiliare pubblico quale leva di sviluppo del territorio e della professione, che si terrà presso il Teatro Alfieri di Asti il prossimo 16 settembre dalle 14.30 alle 18.30.
L’evento, patrocinato dal Comune di Asti, è stato promosso e organizzato dal Collegio provinciale dei Geometri e dei Geometri Laureati della Provincia di Asti, in collaborazione con EXITone, società specializzata nella gestione e nella valorizzazione dei patrimoni immobiliari pubblici e privati.

Il convegno si propone di sensibilizzare amministratori locali e professionisti sul tema della corretta ed efficiente gestione del patrimonio immobiliare pubblico e, in particolare, sulle opportunità offerte a riguardo dall’art. 58 della legge 133 del 6 agosto 2008. Questa disposizione normativa, correttamente applicata, diventa un potente strumento di sviluppo per i territori e di crescita per i professionisti, generando un circuito virtuoso di attività volte al contenimento dei costi anche attraverso la miglior gestione delle risorse disponibili. Basti pensare che, secondo una ricerca della Fondazione Magna Carta, il patrimonio immobiliare pubblico italiano ha un valore di mercato pari a 675 miliardi di euro, con un rendimento dell’1% a fronte di costi di gestione del 2%.

Oltre a fornire spunti di discussione, il convegno si propone di presentare nuovi approcci metodologici e tecnici al tema della valorizzazione del patrimonio immobiliare pubblico. Nel corso dell’incontro, quindi, sarà presentato un caso studio inerente un progetto per la valorizzazione strategica degli Asset immobiliari della Provincia di Milano, realizzato da EXITone, che ha maturato una significativa esperienza nell’ambito della gestione dei beni pubblici, anche grazie alla partnership con la Regione Siciliana nel vasto progetto di valorizzazione del patrimonio immobiliare dell’ente. Sarà inoltre illustrata la metodologia di funzionamento del Laser Scan, tecnologia in grado di ricostruire, in tempi rapidi, solidi tridimensionali con dettagli millimetrici, a costi contenuti.

Abbiamo ritenuto estremamente importante accendere i riflettori su un tema come la valorizzazione del patrimonio immobiliare pubblico – spiega Mario Delle Piane, presidente del Collegio dei Geometri e dei Geometri Laureati della Provincia di Asti – Si tratta infatti di un argomento su cui c’è ancora poca consapevolezza, soprattutto in termini normativi, ma che offre interessanti opportunità di crescita professionale per chi svolge il nostro lavoro, oltre a rappresentare una leva di sviluppo strategica per il territorio e le comunità locali”.

Tra le presenze istituzionali, sono previsti i saluti del Sindaco di Asti, Giorgio Galvagno e gli interventi dell’ing. Marina Parrinello, dirigente nazionale Unitel (Unione nazionale tecnici enti locali) e dell’avv. Alberto Pasta, Consigliere Comunale di Asti e componente del Consiglio Regionale Anci Piemonte.
L’incontro, moderato dal Geom. Giulio Berruquier, terminerà con un dibattito sul tema, aperto a tutti i partecipanti.

Scarica il programma e la scheda di adesione

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico