Pergolati e chioschi, quando ci vuole il permesso di costruire

Chi segue Geometri.cc sa che il tema delle autorizzazioni per l’edificazione di strutture permanenti e semi permanenti è un tema più volte trattato dalla nostra Redazione, a causa della molteplicità di casi singolari che si discostano dal dettato normativo del testo unico dell’edilizia con conseguente imbarazzo dei tecnici e dei committenti nel realizzare le opere seguendo la legge.

Sappiamo ormai che tettoie, pergolati e chioschi (in generale, le c.d. opere minori) richiedono per la loro edificazione il permesso di costruire, come ampiamente indicato dall’articolo dell’avv. Eleonora Viganò, pubblicato su queste pagine.

Ma, come anticipato all’inizio di questo articolo, i casi particolari sono innumerevoli e, ogni volta, sorge il dubbio se tali manufatti possano o meno essere costruiti evitando il rilascio del permesso di costruire.

Con l’aiuto di Antonella Mafrica, esperta di diritto degli enti locali e firma storica del mensile L’Ufficio Tecnico, analizziamo due casi specifici per cui, senza dubbio, occorre il rilascio del permesso di costruire (per conoscere i contenuti e abbonarsi alla rivista, visita il sito Periodicimaggioli.it).

Entrambi i casi sono stati giudicati dal Tribunale amministrativo del Lazio, sezione I-quater, con due sentenze depositate il 29 gennaio di quest’anno (le nn. 1609 e 1640).

Nel primo caso, i giudici amministrativi hanno stabilito che occorre il rilascio del PDC per la realizzazione di un pergolato in struttura metallica posizionato su marciapiede privato, provvisto di copertura in PVC opaca del tipo retrattile e telo avvolgibile trasparente sul fronte (TAR Lazio, sez. I-quater, 29 gennaio 2015, n. 1609).

Nel secondo caso, invece, i giudici confermano la necessità del permesso di costruire per la posa di un chiosco esagonale adibito ad uso bar, con installazione di un rimorchio su ruote adibito a servizi igienici su una piattaforma di cemento, allacciato tramite tubatura a proposito di raccolta, nonché di due piscine prefabbricate, con contestuale realizzazione di un campo di palla a volo con parziale sbancamento di livellamento del terreno e successivo riempimento in sabbia, con relativa recinzione.

Questi casi, insieme a decine di altri si possono leggere ogni mese sulla rivista L’Ufficio Tecnico che ospita una rubrica dedicata ai casi particolari di interventi subordinati al preventivo rilascio del permesso di costruire, con la descrizione di ciascuno di essi e tutti i riferimenti normativi e giurisprudenziali del caso.

Gli interventi edilizi per le opere precarie da esterni - Ebook in pdf

Gli interventi edilizi per le opere precarie da esterni - Ebook in pdf


M. Petrulli, A. Mafrica , 2016, Maggioli Editore

Utilizzare al meglio gli spazi esterni è una legittima aspirazione di ogni proprietario e, normalmente, ciò
avviene tramite l’installazione di strutture leggere idonee allo scopo: pergolati, tettoie, gazebi ed altri elementi
di arredo.
Ma quanti si...


12,90 € 9,90 € Acquista

su www.maggiolieditore.it


Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico