Ponti termici e acustici, dal progetto al cantiere. Se ne parla a Edil Bergamo

Ritorna dal 2 al 5 Marzo 2012 Edil Bergamo, la rassegna dell‘edilizia civile ed industriale punto di riferimento regionale per il mondo delle costruzioni che giunge alla sua 26a edizione. ANIT rinnova la sua presenza, con un proprio stand istituzionale presso la Galleria Centrale (Stand 1) e con un’ area espositiva collettiva in cui saranno presenti alcune aziende associate.

 

Registrandosi allo stand ANIT, i professionisti potranno ritirare gratuitamente la Guida ANIT, sintesi delle leggi e delle norme tecniche che regolamentano l’isolamento termico e acustico degli edifici e un copia omaggio di neo-EUBIOS, il periodico dell’Associazione contenente articoli tecnici sulle ultime novità dal mondo dell’isolamento termico e acustico.

 

Sarà inoltre possibile ricevere dépliant tecnici che illustrano le soluzioni tecnologiche delle aziende socie che espongono nell’area ANIT. I visitatori potranno richiedere direttamente ai tecnici aziendali presenti  informazioni e consulenze specifiche.

 

Inoltre, lunedì 5 Marzo alle ore 15.00 ANIT organizza un momento formativo di aggiornamento con il convegno gratuito per i professionisti dal titolo La Cura del Dettaglio. Ponti termici e acustici, dal progetto al cantiere. L’incontro si terrà’ presso la Sala Caravaggio, all’interno del polo fieristico.

 

Il tema centrale del convegno sarà’ la cura del dettaglio, che in fase progettuale ed esecutiva, diventa fondamentale per ottenere edifici confortevoli ed efficienti. Piccoli errori, infatti, possono creare ponti termici e acustici che vanificano l’efficacia dei materiali e dei sistemi costruttivi, in particolare per gli edifici ad elevati standard prestazionali (quali la Classe Termica A e la Classe Acustica I).

 

Durante il convegno verranno presentati i limiti da rispettare, le procedure di verifica, le soluzioni tecnologiche da adottare e la strumentazione per individuare tali errori di posa in opera. Quindi verranno proposte le soluzioni per correggere tali problematiche e una case-history degli errori più diffusi da evitare.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico