Practico ed Extro. Adesso i tetti si danno delle arie

Protagonista nelle soluzioni per l’isolamento termico in edilizia, Akiba non produce semplici sistemi di copertura, ma soluzioni complete che sanno coniugare isolamento termico, comfort abitativo ed estetica.
Nata dalla volontà del Gruppo Lape, Akiba trasforma gli isolanti – XPS, EPS o fibre minerali – prodotti da Ambrotecno, Lape e Termolan, aziende del Gruppo, in sistemi completi per l’industria e l’edilizia, garantendo, anche agli operatori più esigenti, un ampio ventaglio di soluzioni con prestazioni certificate e garantite nel tempo.

Per i sistemi di copertura Practico (figura 1) ed Extro (figura 2), Akiba ha scelto l’isolante termico in XPS Styrodur C di BASF,  il polistirene estruso che grazie alla sua struttura cellulare chiusa, abbina ad un’alta resistenza meccanica leggerezza e un basso assorbimento d’acqua, permettendo un efficace isolamento termico anche in ambienti umidi o gravati da sollecitazioni meccaniche permanenti.

Practico ed Extro  sono due sistemi di copertura con la stessa anima isolante ma con differenti soluzioni di impiego: il primo dotato di listello di ventilazione è un pannello indicato per realizzare un’efficace ventilazione dei tetti a falda; l’altro invece è un pannello con strato di calcestruzzo, studiato appositamente per le coperture calpestabili.

Con Practico il tetto è isolato e ventilato: practicamente perfetto
Si chiama Practico, la soluzione di Akiba che permette di realizzare con semplicità e velocità un perfetto isolamento e un’efficace ventilazione dei tetti a falda (vedi dettagli).

Il sistema è composto da una lastra termoisolante Styrodur C alla quale è fissato, sul lato lungo, un listello di ventilazione in acciaio zincato che garantisce un’elevata stabilità strutturale e la massima circolazione d’aria sottotegola. Il listello infatti, assicura che in tutte le sezioni della falda vi sia una ventilazione di 200 cm2/m e allo stesso tempo, grazie all’utilizzo di una lamiera di spessore di 8/10 di millimetro ( misura maggiore rispetto agli standard in commercio) garantisce un’alta resistenza meccanica.

Practico non necessita di specifiche precauzioni a parte una buona impermeabilizzazione del solaio portante. L’alta resistenza meccanica e sopratutto il basso assorbimento d’acqua garantiti dalla lastra isolante Styrodur C di BASF, permettono di utilizzare Practico senza specifiche protezioni, evitando così di porre teli, lamiere o ulteriori elementi di copertura.

Il sistema  Practico si completa con un vasto assortimento di accessori appositamente studiati per risolvere efficacemente le problematiche che si incontrano in cantiere. Una opportunità che permette una semplifica il lavoro degli applicatori permettendo di fatto una posa in opera più semplice e veloce.

Efficace, pratico ed economico. I punti fermi di un sistema versatile
Posa semplice e veloce. I pannelli sono dotati su tutti i lati di una finitura a battente con larghezza variabile in funzione del passo della tegola che vi verrà alloggiata.
Ventilazione garantita. Dopo vari test in opera si è dimostrato che il listello oltre ad assicurare una ventilazione di 200 cm2/m in tutte le sezioni della falda, è idoneo per resistere ai vari carichi permanenti ed accidentali.
Isolamento di qualità. Styrodur C ha più del 95% delle celle chiuse: questo permette che rimanga stabile anche se posto a contatto con acqua ed umidità per un tempo prolungato (l’unico che garantisce il valore di 0,2% in volume a 28 giorni di immersione). Inoltre è innocuo, ovvero non rilascia nel tempo sostanze dannose ne per l’uomo ne per l’ambiente.
Una vasta gamma di accessori, dal kit di ventilazione e sigillanti fino agli elementi di fissaggio e protezioni anti-uccelli, per soddisfare tutte le esigenze prestazionali.

Extro inventa nuovi spazi da calpestare
Extro è il pannello ideale per realizzare coperture piane in modo semplice e veloce. Una soluzione per molteplici applicazioni: tetti rovesci pedonabili, tetti rovesci zavorrati, tetti rovesci e tetti caldi soggetti a carichi meccanici di piccola-media entità (pannelli solari termici o fotovoltaici, serbatoi, gruppi-motore), che assicura integrità e drenaggio alla copertura.

Il sistema è composto da una lastra termoisolante Styrodur C rivestita sulla faccia esterna da uno strato di 35 mm di calcestruzzo che conferisce una elevata resistenza meccanica a tutto il pannello. Lo strato di calcestruzzo ha la funzione di appesantire l’isolante, evitandone il sollevamento dovuto all’azione del vento, ma anche di migliorare il drenaggio dell’acqua piovana favorendone il deflusso regolare e di permettere la realizzazione di un piano pedonabile idoneo a ridurre la sollecitazione dell’isolante. I pannelli Extro riescono a trattenere fino a 15 l/m2 di acqua piovana nelle loro cavità, e a drenare fino a 6,5 litri/secondo nei pluviali.

Semplice versatile ed economico
Posa facilitata anche in caso di grandi superfici grazie alle dimensioni ridotte del pannello (60×60 cm) ed al calibrato e livellato strato di calcestruzzo (per un peso totale di 70 kg/m2 pari a circa 25 kg/pannello).
Elevata stabilità meccanica. Le grandi cavità interne del calcestruzzo fanno in modo che l’acqua defluisca totalmente dal pannello e che l’umidità residua non comprometta la struttura.
Efficace isolamento termico. La struttura cellulare chiusa di Styrodur C garantisce un’alta resistenza meccanica e un basso assorbimento d’acqua.
Molteplici applicazioni: tetti rovesci pedonabili, tetti rovesci zavorrati, tetti rovesci e tetti caldi soggetti a carichi meccanici di piccola-media entità (pannelli solari termici o fotovoltaici, serbatoi, gruppi-motore).
Economico. Con la semplice posa dei pannelli Extro si realizza una perfetta superficie piana, pedonabile, impermeabile e termicamente isolata.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico