PREGEO 10.6.0, il sistema è ora ufficialmente in vigore: la Circolare delle Entrate

È ufficialmente obbligatorio a partire proprio da questo mese di gennaio 2015 l’utilizzo della nuova versione PREGEO 10 (versione 10.6.0): la procedura è stata applicata in via sperimentale nel secondo semestre 2014 ed ora assume i caratteri dell’obbligatorietà (ufficialmente dal 2 gennaio 2015). La sperimentazione su larga scala del nuovo sistema di aggiornamento della cartografia catastale ha pertanto condotto all’attuale inaugurazione ufficiale dell’innovativo sistema.

 

L’Agenzia delle Entrate mediante la pubblicazione della Circolare di accompagnamento n. 30/E del 29 dicembre 2014 ha contribuito a fornire chiarimenti sull’approvazione automatica degli atti di aggiornamento del Catasto Terreni previsti proprio dalla procedura PREGEO 10 versione 10.6.0.

 

All’interno della circolare vengono delineati i criteri per la predisposizione del modello per il trattamento dei dati censuari, le regole per la predisposizione di particolari atti di aggiornamento e le modalità di gestione delle particelle con superficie reale.

 

La procedura PREGEO 10, finora in uso nella versione 10.5.0, è realizzata su un modello concettuale basato sull’uso di “tipologie codificate”, permette la predisposizione di atti di aggiornamento, idonei per la trattazione automatica, solo nel 50% dei possibili casi di variazione del CT. Al fine di consentire la predisposizione per la trattazione totalmente automatica di tutti gli atti di aggiornamento geometrici è stato realizzato un nuovo sistema di aggiornamento che adotta un modello concettuale diverso da quello precedentemente utilizzato. La nuova procedura riconosce infatti automaticamente le variazioni catastali e, conseguentemente, la natura dell’atto a partire dalla proposta di aggiornamento, dall’estratto di mappa e dal modello per il trattamento dei dati censuari.

 

La nuova versione di PREGEO 10 (10.6.0), comprende al suo interno tutti i controlli, formali e sostanziali, implementati e correttamente consolidati nelle precedenti versioni, oltre ad inglobare quelli che è stato necessario implementare per l’adeguamento al nuovo modello concettuale.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico