Processo Civile Telematico, la guida operativa per il CTU

A cura dei Geometri Angelo Crescenzi e Paolo Frediani, è stata pubblicata la guida operativa all’utilizzo del sistema GEO-CTU (Geoweb-Lextel) che consente, attraverso l’applicativo GEOCTU sul sito Geoweb di inviare e depositare atti e documenti processuali attraverso la modalità telematica.

 

Ricordiamo, infatti, che dallo scorso 30 giugno il Consulente Tecnico d’Ufficio e L’Ausiliario Giudiziario non possono più depositare documenti cartacei ma devono trasmetterli con firma digitale tramite un procedimento ben definito con il Processo Civile Telematico.

 

Nella guida operativa al Processo Civile Telematico e all’utilizzo del software per il deposito dei documenti, viene chiarito come sia  importante che il Consulente Tecnico d’Ufficio abbia una sola  anagrafica censita presso il Tribunale.

 

“Altrimenti”, si legge nella guida, “alcune procedure potrebbero non comparire”.

 

Si tratta di un caso frequente, quando un tecnico ha cambiato la sua sede e le Cancellerie  hanno in carico anche la vecchia senza averla mai cancellata.

Nel dubbio, consiglia la guida, è bene fare una verifica presso una Cancelleria e correggere  eventuali errori.

 

Per procedere alla trasmissione degli atti per via telematica, il CTU deve essere iscritto al Registro Generale degli Indirizzi Elettronici (Reginde) con il proprio indirizzo di posta elettronica certificata (PEC).

 

Ricordiamo che il Registro degli indirizzi elettronici è stato istituito dal decreto 21 febbraio 2011, n. 44. Il Reginde impone, oltre all’inserimento dell’indirizzo PEC, che il professionista tecnico indichi anche i propri dati identificativi (leggi l’articolo su Ediltecnico).

 

Scarica la guida operativa al Processo Civile Telematico.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico