Proroga Detrazione 55%, ecco il testo dello schema di decreto legge

Venerdì scorso è stato approvato dal Consiglio dei Ministri lo schema di decreto legge che proroga l’ecobonus per interventi di riqualificazione e risparmio energetico degli edifici. In sostanza la detrazione 55% diventa più alta (ora parliamo di una detrazione 65%) e sarà valida fino al 31 dicembre 2013. Dal Governo fanno sapere che si tratta dell’ultima proroga, al termine della quale si passerà alla Detrazione 36%, uguale a quella per le ristrutturazioni semplici.

 

Mentre lo schema del decreto legge è in attesa di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale è possibile consultare il testo del dispositivo normativo nella sua versione non ufficiale. Ricordiamo che per i condomini la scadenza per usufruire della nuova detrazione 65% è, addirittura, fissata al 30 giugno 2014 purché gli interventi di risparmio energetico abbraccino una superficie importante dell’intero palazzo (almeno il 25% della superficie).

 

Il nuovo decreto legge sulla detrazione 65% è stato accolto molto favorevolmente dalle associazioni di categoria.

 

“Questa decisione”, si legge in un comunicato pubblicato sul sito Uncsaal, “rappresenta un grande risultato per Uncsaal (leggi la lettera del Presidente Bertelli al Presidente del Consiglio), frutto anche dalla collaborazione con Spvc e Federlegno Arredo,  e di tutti coloro che a livello ministeriale e parlamentare si sono sempre battuti per la riconferma delle detrazioni per la riqualificazione energetica e per la ristrutturazione edilizia”.

 

I contenuti del decreto legge sulla detrazione 65% in pillole
1. le detrazioni per tutti gli interventi di riqualificazione energetica delle abitazioni sono prorogate fino al 31 dicembre 2013 aumentando l’aliquota dal 55% al 65%

2. le detrazioni per gli interventi di riqualificazione energetica globale di superfici maggiori al 25% del totale di un edificio sono prorogate fino al 30 giugno 2014 con aliquota al 65%

3. le detrazioni del 50% riguarderanno anche gli interventi di ristrutturazione relativi all’adozione di misure antisismiche, nonchè all’esecuzione di opere per la messa in sicurezza statica delle parti strutturali degli edifici.

 

5. Le detrazioni del 50% sono state anche estese all’acquisto di mobili finalizzati all’arredo dell’immobile oggetto di ristrutturazione, per un massimo di 10.000 euro.

 

 

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico