Regolamento edilizio unico contro le buropazzie italiane

Regolamento edilizio unico contro le buropazzie italiane

Qualcuno forse lo ricorda, ma nel 2014 uno dei contenuti previsti nello Sblocca Italia era quello del regolamento unico edilizio che … si è perduto in fase di approvazione e successivamente di conversione in legge del decreto. Eppure si tratta di uno strumento fondamentale per dare attuazione a quella tanto desiderata “semplificazione” delle procedure edilizie; almeno quanto i moduli unificati per CIL, CILA, SCIA e permesso di costruire che, per fortuna, sono diventati realtà.

A ricordarci l’urgenza della definitiva approvazione del regolamento edilizio unico è il prof. Sandro Simoncini, docente di urbanistica alla Sapienza di Roma. Per Simoncini, che ricopre anche il ruolo di presidente di Sogeea, importante attore del real estate nazionale, “l’adozione del regolamento edilizio unico non è più differibile”.

“Si tratta, spiega Simoncini, di una misura fondamentale per uniformare una burocrazia fumosa e caotica, troppo spesso condizionata dagli interessi di parte e dai capricci della singola istituzione territoriale”. E non possiamo fare a meno di ricordare una delle più clamorose buropazzie del nostro Paese, denunciate di recente da Sergio Rizzo sul Corriere della Sera, quando ci rivela che nel regolamento edilizio di Firenze (Firenze!) qualcuno si è preso la briga di specificare come “non costituiscono pareti finestrate le pareti prive di aperture” … geniale nella sua assurdità. E ci sarebbe da ridere, se non fosse che i tecnici e i Geometri si devono arrabattare ogni giorno con regole e regolette che differiscono da Comune a Comune sulle stesse opere … Per esempio, a Milano i parapetti dei balconi devono avere un’altezza di almeno 1,1 metri … a Roma no. Lì basta 1 metro. Perché? Noi non lo sappiamo.

Sempre restando nel campo delle definizioni e dei permessi la situazione si complica quando si prova a installare una arredo esterno: un barbecue in muratura richiede un permesso particolare? Per installare un dehors posso fare da solo o ho bisogno di un professionista che mi segua la pratica? (Geometri.cc consiglia la guida ai permessi edilizi per l’installazione di opere precarie da esterni di Mario Petrulli e Antonella Mafrica)

E la situazione, se possibile, si complica ancora di più quando la questione passa varca il confine del fisco. Le agevolazioni fiscali sulla casa sono un’ottima cosa, ma ciò che viene definito come manutenzione ordinaria per il testo unico dell’edilizia, potrebbe non esserlo per l’Agenzia delle Entrate. Conseguenza: il tecnico e il committente corrono il rischio di impazzire (Geometri.cc consiglia il prontuario sulle detrazioni fiscali per la casa 2016 di Fabio Fusano).

Tornando sulla questione del regolamento edilizio unico è ancora Simoncini a denunciare una situazione kafkiana. “Le ultime dichiarazioni del ministro delle infrastrutture parlano di un documento ormai pronto, ma anche dei malumori di una singola Regione che di fatto sta tenendo in scacco un intero Paese”.

Il Governo – precisa Simoncini – è ovviamente chiamato ad ascoltare tutti, ma anche a operare la necessaria sintesi in tempi ragionevoli. Anche perché, se davvero la questione dirimente è l’inclusione o meno delle parti comuni nelle cubature consentite dalle norme tecniche per la costruzione di un edificio, il problema non si pone: scale androni, corridoi devono rientrare nelle volumetrie previste e, per evitare eccessive riduzioni delle stesse da parte dei costruttori in favore degli appartamenti, basta fissare delle dimensioni minime a seconda dell’edificio. Ciò che va scongiurato è, piuttosto, che il regolamento unico edilizio, una volta adottato, venga ripetutamente emendato e svilito come accaduto al decreto del 2001, che negli anni ha di fatto perso qualsiasi potere vincolante sui singoli enti locali.

Gli interventi edilizi per le opere precarie da esterni - Ebook in pdf

Gli interventi edilizi per le opere precarie da esterni - Ebook in pdf


M. Petrulli, A. Mafrica , 2016, Maggioli Editore

Utilizzare al meglio gli spazi esterni è una legittima aspirazione di ogni proprietario e, normalmente, ciò
avviene tramite l’installazione di strutture leggere idonee allo scopo: pergolati, tettoie, gazebi ed altri elementi
di arredo.
Ma quanti si...


12,90 € 9,90 € Acquista

su www.maggiolieditore.it


Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico