Riforma del Catasto: ecco chi farà parte delle commissioni censuarie

Le Commissioni censuarie iniziano a prendere forma. È stato infatti pubblicato la scorsa settimana il decreto del Ministero dell’economia che fissa i criteri per la scelta dei componenti delle commissioni censuarie locali e della commissione censuaria centrale da parte dell’Associazione nazionale dei Comuni italiani.

 

Per quanto riguarda le commissioni locali, le designazioni saranno effettuate fra i dipendenti di ruolo dei Comuni che ricadono nell’ambito territoriale di competenza della commissione stessa, in possesso della laurea di ingegneria, architettura, statistica, economia, agronomia, o lauree equivalenti, o del diploma di geometra,  perito edile, agrotecnico.

 

Non solo. Il decreto ammette la scelta anche tra coloro che svolgono o abbiano svolto attività di coordinamento o di supporto tecnico degli uffici comunali competenti in materia urbanistica, edilizia o tributaria, presso i medesimi Comuni.

 

Per quanto riguarda, invece, le designazioni dei componenti della commissione censuaria centrale, queste saranno effettuate fra professori universitari, fra dipendenti comunali con qualifica dirigenziale, o fra esperti in materia di catasto, di economia, di estimo rurale ed urbano o di statistica ed econometria.

 

Per chi desiderasse approfondire il tema della composizione e delle funzioni delle commissioni censuarie per la riforma del catasto fabbricati, si rimanda all’articolo pubblicato su Ediltecnico a firma dell’ing. Antonio Iovine.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico