Risparmio energetico, una guida alle agevolazioni

L’Agenzia delle entrate ha reso disponibile sul proprio sito una guida sulle agevolazioni per il risparmio energetico. Il documento illustra i benefici di carattere fiscale fruibili in caso di interventi per la riduzione del fabbisogno energetico (riscaldamento, raffreddamento, ventilazione, illuminazione), il miglioramento termico dell’edificio (coibentazione, finestre e infissi, pavimenti), l’installazione di impianti fotovoltaici e di climatizzazione.
La guida illustra le tipologie di interventi per i quali si può fruire della detrazione fiscale e gli adempimenti necessari per ottenerla così come sono stati individuati  nel decreto del Ministro dell’economia e delle finanze, di concerto con il Ministro dello sviluppo economico, del 19 febbraio 2007.
La pubblicazione della guida trova giustificazione poiché la legge finanziaria per il 2008 (legge 24 dicembre 2007, n. 244) ha prorogato fino al 31 dicembre 2010 le agevolazioni fiscali (introdotte dalla finanziaria 2007) spettanti ai contribuenti che sostengono spese per il conseguimento di risparmio energetico. I benefici consistono in una detrazione dalle imposte sui redditi (Irpef o Ires) del 55% delle spese sostenute, entro un limite massimo che varia a seconda della tipologia dell’intervento eseguito.

Oltre alla proroga, la legge finanziaria per il 2008 ha previsto con decorrenza 1° gennaio 2008:
– l’esonero dalla presentazione della certificazione per la sostituzione di finestre e per l’installazione di pannelli solari;
– la possibilità di ripartire la detrazione da 3 a 10 anni, a scelta del contribuente;
– l’estensione dell’agevolazione anche per l’installazione di altri tipi di impianto di riscaldamento.
Per gli interventi di risparmio energetico realizzati nel 2007, rimane l’obbligo di ripartire la detrazione in tre rate annuali di pari importo.

È stata sostituita, invece, con effetto retroattivo, la tabella dei valori limite della trasmittanza termica. La normativa in materia è stata peraltro integrata con le disposizioni del decreto 26 ottobre 2007, che ha:
– ampliato la definizione di tecnico abilitato per il rilascio dell’asseverazione, dell’attestato di certificazione o qualificazione energetica e della scheda informativa;
– previsto la possibilità, in caso di più interventi per lo stesso edificio o immobile, di produrre una documentazione unitaria anche per l’attestato di certificazione o qualificazione energetica e per la scheda informativa relativa ai lavori realizzati, e non solo per l’asseverazione, come indicava il precedente decreto;
– chiarito i requisiti tecnici che devono possedere i pannelli solari (certificazioni) per essere ammessi all’agevolazione.

Consulta la guida

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico