Ristrutturazioni: l’Iva agevolata diventa permanente

L’Iva agevolata sulle ristrutturazioni edilizie, con aliquota al 10% anziché al 20%, non sarà più una misura straordinaria, destinata a decadere già a partire dal prossimo anno. Diventerà invece una misura strutturale. Il via libera viene dall’Ecofin, il Consiglio economia e finanza dell’Unione europea, dopo l’ultima riunione tenutasi ieri, martedì 10 marzo, a Bruxelles.

È una buona dote fiscale per la nostra nuova politica edilizia ed abitativa” – ha commentato il ministro dell’economia Giulio Tremonti. “È una decisione che abbiamo accolto in maniera particolarmente positiva” – ha aggiunto – “perché abbiamo difeso il regime speciale dell’Iva ridotta per le ristrutturazioni edilizie e abbiamo ottenuto che questo regime diventi permanente“.

L’Iva ridotta per il settore edilizio rientra in più ampio pacchetto di agevolazioni fiscali previste per gli ambiti più disparati, dalla ristorazione all’editoria libraria, dall’abbigliamento all’industria calzaturiera. I ministri della Ue hanno trovato l’accordo su queste riduzioni solo dopo lunghe trattative. Spalleggiata dalla Francia (interessata alla riduzione dell’Iva per il settore della ristorazione), l’Italia ha dovuto fronteggiare una forte opposizione prima di incassare il sì sulle agevolazioni edilizie. Germania, Danimarca, Estonia e Bulgaria si sono infatti fortemente opposte agli sgravi fiscali, temendo negativi sulle finanze pubbliche dei 27 Stati membri dell’Ue. Berlino poi ha mantenuto questa posizione anche dopo la riunione dell’Ecofin e ha già comunicato di non voler utilizzare, in ogni caso, le riduzioni appena approvate.

La “bagarre fiscale” si replicherà con ogni probabilità già il mese prossimo. L’Ecofin infatti dovrà discutere la proposta anglo-francese di una riduzione dell’Iva sui prodotti “verdi”, proposta ancora una volta osteggiata dalla cancelleria tedesca. Il commissario Ue al fisco, Laszlo Kovacs, ha già messo le mani avanti, affermando: “La Commissione dovrà pensarci molto bene prima di procedere”.

Fonte: Agi, Asca

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico