Sicurezza nei cantieri (e non solo): come riconoscere gli agenti cancerogeni

Sicurezza nei cantieri (e non solo): come riconoscere gli agenti cancerogeni

L’Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro ha individuato oltre 400 sostanze potenzialmente cancerogene per l’uomo. Alcune di queste sono presenti nei luoghi di lavoro: dai cantieri edili agli ospedali; dalle aziende chimiche ai laboratori di ricerca. La tutela della salute dei lavoratori dal rischio di esposizione a queste sostanze deve, dunque, essere presa molto sul serio.

È con piacere, dunque, che segnaliamo la recentissima pubblicazione (maggio 2015) della nuova guida INAIL Agenti cancerogeni e mutageni – Lavorare sicuri opera delle esperte Maria Ilaria Barra, Francesca Romana Mignacca e Paola Ricciardi.

Sostanze o preparati cancerogeni e/o mutageni sono presenti in diversi settori: li si può trovare come materie prime (es. agricoltura, industria petrolchimica e farmaceutica, trattamenti galvanici, laboratori di ricerca), o come sottoprodotti derivati da alcune attività (es. saldatura degli acciai inox, asfaltatura stradale, produzione della gomma).

Il volume INAIL, di un centinaio di pagine, esamina nel dettaglio e con un taglio squisitamente pratico gli agenti chimici in grado di produrre neoplasie o mutazioni. Sono esclusi l’amianto e il radon che, scrivono gli autori, richiedono una trattazione separata e specifica.

Lo scopo del manuale Agenti cancerogeni e mutageni – Lavorare sicuri è quello di fornire un primo orientamento, per coloro che vengono in contatto con agenti cancerogeni e mutageni, per motivi professionali, aiutandoli a riconoscere il pericolo e ad affrontarlo correttamente attraverso nozioni base sulla classificazione ed etichettatura degli agenti cancerogeni e mutageni, attraverso schede riassuntive dedicate ai principali agenti utilizzati nei luoghi di lavoro, ed attraverso l’illustrazione delle misure da intraprendere al fine di controllare e ridurre al minimo il rischio di esposizione.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico