Sicurezza nell’uso delle macchine movimento terra e scavi

Con questo articolo inauguriamo un breve focus dedicato alle norme di sicurezza relative all’utilizzo delle macchine movimento terra e scavo a cura del geometra Marcello Antoniotti e originariamente pubblicato sulla rivista Progetto Sicurezza.

 

La prima parte del nostro ciclo è dedicato a una panoramica delle diverse macchine movimento terra e scavo e delle loro caratteristiche. Le macchine qui di seguito descritte sono quelle maggiormente in uso nella vasta famiglia delle macchine per movimento terra.


Pale caricatrici gommate

Queste macchine si differenziano in base alla capacità della benna ed alla potenza del motore.

Essendo articolate al centro, hanno un raggio di sterzata molto corto e quindi sono macchine particolarmente agili che possono muoversi bene anche in spazi ristretti.

 

Nella parte anteriore si trova la cabina di manovra e la benna di caricamento, in quella posteriore il gruppo motore che, in tal modo, crea il dovuto contrappeso.

Queste macchine servono principalmente per movimentare i terreni sciolti, quindi senza la necessità di grandi sforzi di penetrazione.


Pale caricatrici cingolate

Le pale cingolate, più di quelle gommate, possono operare su terreni aventi una certa pendenza o con fondo non uniforme.

Avendo una certa difficoltà di manovra, queste macchine necessitano di uno spazio ampio per le operazioni di carico.

 

Come le pale gommate sono distinte in base alla capacità della benna ed alla potenza del motore.

Rispetto alle pale gommate, hanno una maggiore forza di spinta e di penetrazione, quindi si prestano anche per lavori di scavo.


Minipale compatte gommate e cingolate

Sono macchine molto maneggevoli e sono utilissime quando occorre operare in luoghi ristretti.


Terne

Le terne sono macchine usate per eseguire lavori di scavo, riporto, e movimento di materiale.

Sono macchine assai diffuse perché svolgono i compiti di una pala caricatrice e di un escavatore avendo da un lato una pala e dall’altro un braccio escavatore, il tutto in un mezzo di dimensioni abbastanza ridotte e molto agile, specialmente se snodato al centro.

 

L’operatore delle terne ha la possibilità di manovrare la pala caricatrice posta da un lato della macchina, oppure, ruotando di 180° il sedile, manovrare il braccio escavatore che si trova sul lato opposto.

Queste macchine sono utilizzate principalmente per eseguire scavi di trincee di dimensioni ridotte ma estese in lunghezza.


Escavatori cingolati

Sono macchine usate per scavi di sbancamento, di fondazione, di trincea e per lavori di demolizione.

Sono macchine con potenza elevata, in grado di spostarsi su terreni molto diseguali o con elevata pendenza.

 

Il braccio è dotato di benna diritta o rovescia (modificabile secondo necessità).

Hanno una mobilità piuttosto ridotta, essendo cingolati, ma compensata da una buona velocità di rotazione.


Escavatori gommati

Sono più mobili di quelli cingolati ma con minore stabilità.

Sono dotati di stabilizzatori laterali che devono essere estesi prima di iniziare i lavori.

Sono usati per le medesime lavorazioni di quelli cingolati.


Mini escavatori compatti gommati e cingolati

Sono macchine molto agili ma con raggi d’azione piuttosto ridotti.

Come le minipale sono molto utili quando occorre operare in luoghi ristretti, come, ad esempio, all’interno di edifici in ristrutturazione, su marciapiedi, opere a verde e simili.

L’operatore deve prestare molta attenzione agli organi lavoratori perché si muovono in vicinanza del posto di manovra.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico