Software calcolo strutturale, ecco le novità di EdiLus ACCA a MADE e SAIE 2013

Milano e Bologna sono le piazze scelte da ACCA Software per presentare le novità della versione 26 di EdiLus, il software di calcolo strutturale della software house campana. Le innovazioni saranno infatti illustrate ai professionisti tecnici, che visiteranno gli stand al MADE e al SAIE 2013, dagli esperti ACCA mobilitati in forze, come è ormai una consuetudine per chi visita i saloni dell’edilizia e dell’architettura d’autunno.

 

In attesa di provare “dal vivo” le potenzialità e le novità di EdiLus, ecco alcune anticipazioni. Il nuovo EdiLus introduce le analisi non-lineari per eccentricità accidentale, la nuova procedura telematica SITAS per la regione Lazio, le relazioni personalizzate con propri layout e modelli e nuove eccezioni per rendere più flessibile il calcolo e ottimizzare i risultati e i confronti tra lo stato di fatto e di progetto.

 

Dagli ingegneri della ACCA è stata affrontata anche la problematica dei cedimenti delle fondazioni grazie al modulo EdiLus-CF il quale effettua il calcolo dei cedimenti per le fondazioni superficiali adottando il metodo di Skempton-Bjerrum per i cedimenti  istantanei e  di consolidazione e il metodo Edometrico per il cedimento in condizioni edometriche.

 

Il modulo EdiLus-CF effettua sia le verifiche dei cedimenti differenziali che le  verifiche di scorrimento ai sensi del p.to 6.4.2.2 e 6.4.2.1 del decreto ministeriali 14 gennaio 2008. È possibile dunque valutare l’effetto di eventuali spostamenti e distorsioni in fondazione sulle strutture in elevazione  ed effettuare le verifiche di scorrimento sul piano di posa per le fondazioni superficiali.

 

Le viste per i risultati geotecnici sono state ottimizzate e sono di tipo tridimensionali con mappatura a scala cromatica per la visualizzazione dei risultati relativi alle Tensioni sul Terreno, Carico Limite, Cedimenti Assoluti, Cedimenti Differenziali facilitando una immediata lettura del comportamento geotecnico della struttura e l’individuazione di eventuali punti di criticità.

 

Riguardo gli edifici esistenti, EdiLus-EE offre nuove tipologie di intervento quali sottofondazione, intervento con betoncino armato e FRP su pareti in cemento armato, possibilità di verificare istantaneamente l’intervento di rinforzo applicato su un elemento, elaborazione di nuove tabelle con i dati di tutte le accelerazioni di collasso per ogni singolo elemento strutturale. 

 

Infine, dopo il cemento armato anche l’acciaio vien proposto in una versione light. EdilLus-AC LT verifica bullonature e saldature dei nodi con un numero limitato di aste. Si caratterizza per la  stessa flessibilità e potenza della versione full  ed è indirizzato al calcolo di piccole strutture. 

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico