Tecnologie edilizie: i sistemi in legno

Proseguiamo la nostra inchiesta sulle tecnologie costruttive con un articolo sui sistemi modulari in legno. L’ultima tendenza è l’utilizzo di blocchi di montaggio a incastro.

Il legno è un materiale unico e insostituibile, da sempre parte della nostra vita. Rinnovabile, riutilizzabile e riciclabile, può essere impiegato per realizzare strutture di elevate capacità e prestazioni, attraverso tecniche dal forte contenuto innovativo.
La maggior parte dei sistemi prefabbricati in commercio si riferisce a strutture lignee massive o “timber frame”, sagomate in stabilimento, esattamente e singolarmente, in base alle indicazioni di progetto dell’edificio da realizzare. Queste strutture vengono poi trasportate in cantiere sotto forma di manufatti spesso ingombranti.
Negli ultimi anni si sta affermando però un nuovo sistema costruttivo modulare che unisce i pregi di una parete murata ai vantaggi delle costruzioni in legno, sfruttando la praticità dei blocchi di montaggio a incastro con la qualità delle costruzioni in legno: un sistema paragonabile a quello dei “Lego”, in cui i pezzi di legno sono montati uno sull’altro come mattoni. Il cuore di questo nuovo sistema costruttivo sta negli elementi standard utilizzati, realizzati in legno massiccio, assemblabili e accorpabili a incastro, estremamente maneggevoli ma soprattutto stabili. I pannelli che li compongono sono infatti composti da cinque strati di legno massiccio incollati che rendono il blocco indeformabile. Lo stesso incastro contribuisce ad aumentare la stabilità della parete.

Il sistema costruttivo è a secco: uno speciale sistema a incastro garantisce la perfetta chiusura a filo, senza l’impiego di malte, calcestruzzi o collanti, in quanto il collegamento tra gli elementi che compongono la parete avviene a mezzo di incastri a tenone e mortasa e con spine di accoppiamento. In questo modo la costruzione risulta molto veloce, e il montaggio della struttura grezza richiede pochi giorni, senza aver bisogno di strumenti complessi o di apparecchi di sollevamento.
Il montaggio dei moduli è rapido e semplice: i mattoni e gli elementi accessori (travi e architravi per i diversi tipi di aperture) vengono forniti in cantiere confezionati su pallett e, dopo la posa degli elementi di basamento sulle fondazioni, possono essere posati semplicemente uno sopra l’altro. Per realizzare angoli diversi da 90° basta tagliare il modulo con la sega. Inoltre, poiché è composto di piccole parti facilmente trasportabili, il sistema costruttivo si presta anche a cantieri difficilmente raggiungibili.
Pareti realizzate con questo tipo di sistema costruttivo non necessitano di barriere al vapore, profili e membrane di tenuta. La regolazione di temperatura e umidità avviene attraverso i pori del legno massiccio, come avviene per la cute umana. In inverno la parete massiccia funge da accumulatore di calore, in estate mantiene gli spazi interni freschi. Per ottenere un’adeguata coibentazione l’intercapedine interna può essere riempita con materiali isolanti sfusi (fibra di cellulosa), e può essere sfruttata anche per il passaggio di impianti e tubazioni.

La facciata esterna può essere realizzata come facciata ventilata, rivestita con sistemi d’intonaco compatti, oppure lasciata a vista con un trattamento ecologico del legno. Internamente le pareti in mattoni di legno possono essere rifinite con intonaci a terra cruda, gesso o pannelli in legno. Il riscaldamento può essere a parete attraverso pannelli di rame e una caldaia a bassa temperatura.
La progettazione è sostenuta da sistemi CAD basati su una semplice griglia di base modulare, in grado di permettere grandi spazi d’azione grazie a sottili graduazioni. Secondo la tradizione delle costruzioni in legno che prevede un sistema modulare basato sui multipli di 20 mm per il legname da costruzione, la dimensione dei blocchi è modulare e garantisce un’assoluta flessibilità e l’adattabilità a ogni progetto.
I prodotti in commercio assicurano la qualità bio-ecologica e la certificazione forestale dei prodotti.

Dimensioni dei moduli: L. 640/480/320/160 mm x H. 320/240 mm
Peso singoli mattoni: circa 5 kg
Resistenza al fuoco: REI 180
Conducibilità termica: 0,16 W/mK

Articolo di Massimiliano Bertoni e Andrea Cantini

Per approfondimenti:
www.steko.it
www.abite.it

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico