Veneto, vademecum di aggiornamento catasto fabbricati con DOCFA

Delle linee guida esaustive per favorire, sul territorio della Regione Veneto, una maggiore omogeneità nella redazione e trattazione degli atti d’aggiornamento del catasto fabbricati mediante applicativo DOCFA, nel rispetto, ovviamente, delle disposizioni normative e di prassi vigenti.

 

È questo l’obiettivo che si sono posti i tecnici dell’Agenzia del Territorio (o meglio, dell’ex Agenzia) e del Consiglio regionale dei Geometri veneti. Il risultato è stata la messa a punto di un vademecum dal titolo Linee guida per la redazione degli atti d’aggiornamento del Catasto Fabbricati mediante applicativo DOCFA (documento PDF, 14 Mb. In caso di download lento, cliccare con il tasto destro sul link e selezionare l’opzione “Salva Oggetto Con Nome”).

 

Ricordiamo che il DOCFA, il software per la compilazione dei documenti tecnici catastali per l’aggiornamento del Catasto Fabbricati è attualmente disponibile nella versione 4.00.1 (leggi anche DOCFA 4.00.1, ecco le novità essenziali per i tecnici).

 

La nuova versione del DOCFA è relativa alla disciplina in materia di censimento dei fabbricati rurali ai sensi dell’art. 13, commi 14-bis, 14-ter, 14-quater del d.l. 201/2011 e del d.m. 26 luglio 2012.

 

Tale versione prevede nuove tipologie di documento per le dichiarazioni dei fabbricati rurali:
1. dichiarazione presentata ai sensi del d.m. 26 luglio 2012;
2. dichiarazione presentata ai sensi dell’art. 13, comma 14-ter, del d.l. 201/2011.

 

Le due fattispecie di atti di aggiornamento DOCFA riguardano la denuncia di nuova costruzione e la denuncia di variazione.
La denuncia di nuova costruzione è una procedura da utilizzare per denunciare un fabbricato o altra stabile costruzione di nuova edificazione. Tale procedura è da utilizzare per la denuncia di fabbricati già esistenti, che passano dalla categoria degli esenti (ex rurali) a quella dei fabbricati produttivi di reddito.

 

L’atto di aggiornamento include, per ogni unità immobiliare urbana presente nel nuovo fabbricato, sia i dati amministrativo–censuari (consistenza, categoria, classe, rendita catastale) che le rappresentazioni grafiche.

 

La denuncia di variazione è una procedura da utilizzare per denunciare variazioni nello stato e/o nella consistenza di unità immobiliari già censite, avvenute in seguito a trasformazioni edilizie che comportino aumento o diminuzione della rendita catastale o una diversa distribuzione degli spazi interni (modifiche nella rappresentazione).

 

Le linee guida per l’aggiornamento catastale con il DOCFA per la Regione Veneto sono organizzate nei seguenti cinque paragrafi:
1. Dichiarazione DOCFA
2. Causali
3. Planimetrie
4. Elaborato planimetrico e l’elenco subalterni
5. Appendice

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico