Visure catastali, l’iniziativa del CNG con la società Geoweb

Con l’introduzione a partire dal 1° ottobre 2012 dei nuovi tributi catastali (leggi anche Tributi catastali, dal 1° ottobre 2012 si cambia), è stata introdotta l’onerosità degli accessi telematici alle consultazioni catastali, accessi che fino al giorno prima erano completamente gratuiti. A questo proposito è intervenuta anche l’Agenzia del Territorio con la circolare n. 4/2012, fornendo una tabella dei riepilogo con i nuovi costi per le consultazioni telematiche al Catasto e dei chiarimenti operativi (leggi anche Consultazione banche dati ipotecarie e catastali, il testo della circolare 4/2012).

 

Sull’argomento è intervenuto di recente il Consiglio nazionale dei Geometri e dei Geometri Laureati che, oltre a chiedere una modifica all’art. 6 del d.l. 16/2012 per ripristinare la gratuità delle consultazioni delle banche dati da parte dei tecnici professionisti abilitati all’aggiornamento degli atti catastali, ha segnalato la grave preoccupazione e la preoccupazione dei Geometri che avevano scelto di aderire alla convenzione con l’Ufficio centrale della Direzione dell’Agenzia del Territorio.

 

“Tale convenzione”, scrive il presidente del CNGeGL Fausto Savoldi, “consisteva nel versamento da parte dei Collegi dei Geometri di un importo di 200 euro una tantum, che consentiva ai professionisti di accedere gratuitamente al sistema Sister per le visure catastali per via telematica”. Per i singoli professionisti aderenti alla convenzione il costo imputato era solo quello della chiave di accesso (30 euro all’anno).

 

“Ora”, fanno presente dal CNGeGL, “con l’intervento dell’obbligo del pagamento per le visure catastali telematiche, il soggetto convenzionato deve garantire anche la copertura finanziaria per il pagamento dei diritti dovuti per le consultazioni, attraverso la costituzione di un apposito castelletto, nelle modalità previste dall’Agenzia del Territorio”.

 

Non si tratta di un problema da poco. In queste condizioni, infatti, i Collegi dei Geometri non potrebbero più garantire la convenzione con i propri iscritti.

 

La soluzione CNGeGL e Geoweb
Per cercare di risolvere il problema, il Consiglio nazionale dei Geometri ha elaborato una soluzione con la società Geoweb. Nello specifico: tutti i Geometri iscritti ai propri collegi di appartenenza possono rivolgersi a Geoweb, utilizzando la formula iscrizione gratuita che consente loro di non pagare alcuna somma, azzerando anche il già previsto deposito cauzionale.

 

Ogni Geometra potrebbe diventare in tempi brevi utente Geoweb e questa società di farà carico degli oneri contrattuali e burocratici per attivare l’accesso telematico per le consultazioni catastali.

 

In base a questa soluzione, il Geometra libero professionista potrà eseguire tutte le visure catastali possibili, mentre Geoweb gestirà il castelletto, anticipando i versamenti dovuti e fatturando all’iscritto soltanto successivamente quanto effettivamente consumato.

 

Fonte CNGeGL

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico